Loading Content...

Macchina la e casa

Loading...


Unique profiles
91
Most used tags
Total likes
0
Top locations
Ponti sul Mincio, Maluha Bay Torre Chianca, Amorgos
Average media age
861.3 days
to ratio
24
Finalissima record ed edizione più vista di sempre per #tùsìquevales! Per 9 settimane consecutive, il programma è stato leader incontrastato del sabato sera! Giancarlo #Scheri, direttore #Canale5: « #Tùsiquevales è il programma di intrattenimento più visto dell’autunno 2018! ... Finalissima record ed edizione più vista di sempre per #tùsìquevales! 👏👏👏👏 Per 9 settimane consecutive, il programma è stato leader incontrastato del sabato sera!

Giancarlo #Scheri, direttore #Canale5: « #Tùsiquevales è il programma di intrattenimento più visto dell’autunno 2018! Dietro questo incredibile successo si nasconde una macchina artistica e produttiva portentosa che ogni settimana confeziona un perfetto spettacolo per tutta la famiglia, di assoluto livello internazionale, capace di stupire, divertire ed emozionare.
Complimenti ai giudici #MariadeFilippi, #GerryScotti, #RudiZerbi, TeoMammuccari e #IvaZanicchi che, da assoluti fuoriclasse, tra incredibili talenti e improbabili ma irresistibili performer, si divertono loro per primi, divertendo anche i telespettatori a casa. Un grazie ai conduttori #BelenRodriguez, #MartinCastrogiovanni e #AlessioSakara che dirigono il gioco con grande complicità e maestria, alla regia di Paolo Carcano e Andrea Vicario e a tutto il team artistico e produttivo». La puntata di ieri è stata vista da 5.325.000 telespettatori pari al 29.84% di share e ha toccato picchi che hanno superato i 6.640.000 spettatori (38% di share)
Boom sui giovanissimi: 35.2% di share sui 15-24enni e 31,2% di share sul target 15-34 anni.

La quinta edizione con chiude con una media da guinness: 5.198.000 spettatori e il 29,6% di share.
Un grande successo che trova riscontro anche sul fronte social. Su Twitter, ogni settimana, l’hashtag ufficiale del programma ha dominato il podio della top ten degli argomenti più discussi della serata in Italia e nel mondo.
Read more
Loading...
Ieri mattina il mio compagno ed io ci siamo messi in viaggio per rientrare in Toscana dalla Svizzera. ...
Media Removed
Ieri mattina il mio compagno ed io ci siamo messi in viaggio per rientrare in Toscana dalla Svizzera. Per una serie di “Dio_incidenze” dovute all’organizzazione avendo 4 bambini piccoli abbiamo tardato la partenza di quasi tre ore rispetto all’orario stabilito la sera prima ... saliti ... Ieri mattina il mio compagno ed io ci siamo messi in viaggio per rientrare in Toscana dalla Svizzera. Per una serie di “Dio_incidenze” dovute all’organizzazione avendo 4 bambini piccoli abbiamo tardato la partenza di quasi tre ore rispetto all’orario stabilito la sera prima ... saliti in macchina ho impostato il navigatore che giustamente indicava la strada più breve... quella che abbiamo iniziato a percorrere e che abbiamo abbandonato dopo la telefonata terrorizzata di mia madre che ci avvisava della tragedia appena avvenuta. Tutta la mia famiglia da anni percorre quella strada per scendere dalla Svizzera alla Toscana. Ieri avremmo potuto esserci noi sul ponte Morandi. Ho un nodo alla gola che non riesco a sciogliere. Penso a chi invece è uscito di casa all’ora stabilita o si è trovato a tardare nel senso sbagliato capitando tragicamente lì in quel momento. Prego con cuore spalancato e muto per tutti coloro che sono coinvolti in questa tragedia. Non è possibile. Lascia senza fiato. Silenzio.
Read more
Esta es una foto vieja! Ahora mismo estoy representando el uber personal de mi bella madre y estoy ...
Media Removed
Esta es una foto vieja! Ahora mismo estoy representando el uber personal de mi bella madre y estoy al frente de un valsan en el carro esperando por ella. Hacemos las preguntas? ____________ Questo è un #tbt! In realtà sono seduta in macchina che aspetto mia madre fuori da un negozio con aurora ... Esta es una foto vieja! Ahora mismo estoy representando el uber personal de mi bella madre y estoy al frente de un valsan en el carro esperando por ella. Hacemos las preguntas?
____________

Questo è un #tbt! In realtà sono seduta in macchina che aspetto mia madre fuori da un negozio con aurora perché Victoria ha preferito restare con lei! Io non sono di girare troppo nei negozi e tanto meno provare la roba nei camerini, la vedo mi piace e credo mi stia bene se poi a casa non è così ritorno in negozio per cambiarlo. Comunque sono qui che cazzeggio facciamo le domande? Ci vediamo sulle stories👆🏼👌🏻 .
.
.
.
.
.
.
.
#womoms_official #mammaiutamamma #paroladimamma #thewomoms #mother__son #notonlymama #lenuovemamme #instamamme #mamxmam #momtgs #clickinmoms #sefie #momlife #dailyparenting #honestmotherhood #pixel_kids
Read more
Dopo avergli dato il biglietto,lui mi sorrise io ricambiai, e me ne andai. Arrivata a casa stavo ...
Media Removed
Dopo avergli dato il biglietto,lui mi sorrise io ricambiai, e me ne andai. Arrivata a casa stavo per aprire la porta,ma sentì mia madre urlare contro mio padre, che cosa stava succedendo? Cercsi di origliare, e sentì mamma accusare il babbo di averla tradita per 5 mesi,con una sua amica ... Dopo avergli dato il biglietto,lui mi sorrise io ricambiai, e me ne andai.
Arrivata a casa stavo per aprire la porta,ma sentì mia madre urlare contro mio padre,
che cosa stava succedendo?
Cercsi di origliare, e sentì mamma accusare il babbo di averla tradita per 5 mesi,con una sua amica di vecchia data.
Poi dei passi avvicinarsi alla porta,la chiave infilarsi nella fessura e vidi mio padre uscire con 3 valige da casa e dirigersi verso la sua macchina,e mia madre guardarlo e scappare via,in lacrime, per poi andare a chiudersi in bagno.
Non capì che cosa era successo ma sta di fatto che mia madre non volle dirmi nulla.
La mattina seguente,non trovai mio padre a letto,e neanche in cucina a mangiarsi il suo solito cornetto.
Chiesi spiegazioni e insistendo,mia madre mi disse che l'aveva tradita, e che lo aveva cacciatl di casa,e che tra una settimana faranno le carte del divorzio.
La mia rabbia si trasformò in lacrime pungenti,che scendevano sul mio viso una dopo l'altra,e senza pensarci troppo uscii di casa,per dirigermi a scuola.
La mia vista era offuscata dalle milioni lacrime che scendevano,non mi accorsi neanche dei mille sguardi rivolti verso me, e mentre mi chiedevo perché era succeso a me sentii la mano di Leo sulla mia spalle,e un filo della sua voce chiedermi perché io stessi piangendo.
Come facevo a dire il mostro che era mio padre?dopo vari sforzi c'è la feci e lui mi porto in un bar a bere un po',era per me la prima volta infatti non sapì reggere bene.
Avevo saltato scuola e mi ritirai a casa solo la sera,e mia madre era lì,in camera sua a parlare con il suo avvocato dicendo che volevo subito la separazione.
E da quella sera iniziò il problema,fuori di me presi il temperino,gli tolsi la lamette e la feci avvicinare al mio braccio sanguinante.
Quella sera non ero io,era un lato di me mai preso in considerazione,mi sentivo bene quando quella maledetta lametta affondava nel mio braccio, e il sangue cadeva sul pavimento.
Ecco la nuova Alice, l'autolesionista forse?Non lo sapevo, ma di certo quella parte oscura di me aveva preso il sopravvento.
La mattina seguente
a scuola nessuno si accorse di niente,ma sentivo il bisogno di confidarmi con qualcuno.
Read more
Leo portò la macchina vicino a me, io ero incapiucciata con una coperta per osservare blu, affianco ...
Media Removed
Leo portò la macchina vicino a me, io ero incapiucciata con una coperta per osservare blu, affianco a me le mie storde preferire Chiara e Alessandra che cercavano di nascondermi. Entrata in macchina mi misi davanti con Leo, neopatentato, dietro le mie 2 bff e nel bagagliaio valige . Chiese ... Leo portò la macchina vicino a me, io ero incapiucciata con una coperta per osservare blu, affianco a me le mie storde preferire Chiara e Alessandra che cercavano di nascondermi.
Entrata in macchina mi misi davanti con Leo, neopatentato, dietro le mie 2 bff e nel bagagliaio valige .
Chiese che c'era all'interno della valige e loro mi risposero dicendo che avevano "preso in prestito" le eventuali medicine dall'osoedale ma i vestiti da casa mia, senza rubarli.
Scoppiai a ridere e dopo ci mettemmo in moto, senza un meta precisa, la radio a tutto volume accompagnava i nostri pensieri distolti nel cielo.
Ero felice, felice di uscire dopo due mesi di agonia, di vedere i miei amici, di divertirmi.
Qualche volta tossivo, e prendevo Delle pillole ma non me ne importava nulla.
Era una sensazione fantastica, con i capelli al vento, con spensieratezza, senza problemi, tra le canzoni e i gossip, con gli occhiali da sole per fare i selfie.
Poi ad un certo punto Leo si fermò dicendo di scendere, ci troviamo ad un'hotel,per alloggiare 2 camere per 1 settimana.
Allora lì capì che avevano organizzato tutto ciò da tempo e questo non fece altro che rendere la giornata ancora più bella.
Subito dopo aver portato le valige nelle camere, mi dissero di portarmi il costume per andare in spiaggia.
La spiaggia uno dei luoghi dove ho più ricordi, da piccola ogni mese io,mia madre e mio padre affittavamo una casa e ogni mattina andavamo in spiaggia, a passarci il pallone, a mangiare il gelato a ridere e scherzare, uno dei momenti più belli era quando il mio papà mi portava a cavaluccio verso il mare e un po' più distanti dalla riva, mi faceva metterà in piedi sulle sue spalle e dopo mi faceva fare un salto mortale che mi mandava in acqua, e lì ridevo moltissimo.
Al mare imparai a nuotare,ad avere più fiducia di me stessa, mi feci addirittura i miei primi amici.
Ora invece non stavo né con mamma né con papà, ma bensì con i miei inseparabili amici,ci eravamo portati varie creme solari e medicine, la spiaggia era quasi libera da ogni persona è lì vicino c'era anche uno scoglio da dove buttarsi per poi finire tra le dolci onde cullanti del mare.
Per me era ed è ancora oggi un posto magico.
Read more
Sentivo delle voci ma.....non riuscivo a svegliarmi..... Justin:svegliati amore ti prego I ...
Media Removed
Sentivo delle voci ma.....non riuscivo a svegliarmi..... Justin:svegliati amore ti prego I medici:fra un po' si sveglierà..... Subito dopo.....mi svegliai e dissi Io:che è successo?! Justin:hai avuto un incidente... Io:dove mi trovo?! Justin:in un ospedale.... Io:fantastico.... Justin:un ... Sentivo delle voci ma.....non riuscivo a svegliarmi.....
Justin:svegliati amore ti prego
I medici:fra un po' si sveglierà.....
Subito dopo.....mi svegliai e dissi
Io:che è successo?!
Justin:hai avuto un incidente...
Io:dove mi trovo?!
Justin:in un ospedale....
Io:fantastico....😒
Justin:un pazzo ti ha investito giuro che se lo becco per strada non arriva a stasera.............
Io:non mi sento bene!
Justin:cosa hai?
Io:non lo so.........
Justin:forse non sarai in..........
Io:no! Toglietelo dalla testa......
Justin:ok😞
Poi dopo più o mene 3 ore entro il
medico che disse
Medico:devo darvi una notizia.......
Justin:che notizia!?
Io:già che notizia?!
Medico:Manu sta bene è stata MOLTO MOLTO fortunata.....potete tornare a casa....
Dopo di che presi tutte le mie cose salutai e saltai in
macchina.............mentre guidavamo Justin mi chiese...
Justin:perché non vuoi diventare mamma?!
Io:Justin......
Justin:dai perché?
Io:non sono pronta......
Justin:Dimmi la verità......tu mi ami?
Io:.....
Justin:bene ho capito........
Io:ti amo......
Justin:vorresti riprovarci.....?
Io: a fare cosa?!
Justin:sai......quella cosa......
Io:Si ma non voglio trovarmi in cinta sia chiaro.......
Justin:dai.......
Io:no!
Justin:dai.....
Io:lascia stare va.....
E scesi dalla macchina con le mie cose e entrai a casa.....Justin dalla macchina mi disse
Justin:scusami piccola......
Mi misi a fare i maledetti compiti poi.......finalmente mi stravaccai sul divano.......e......patatine e coca a volontà.........poi staccai e mi misi le cuffiette e cominciai ad ascoltare "next 2 ️YOU" la musica riesce a non farmi pensare.......:
Read more
Loading...
regram @leonardo_pieraccioni Stamani va via una macchina davanti alla mia e io la metto subito ...
Media Removed
regram @leonardo_pieraccioni Stamani va via una macchina davanti alla mia e io la metto subito al suo posto. Qualche secondo e la macchina torna indietro, abbassa il finestrino e mi porge il biglietto chiedendomi: “lo vuole? ci sono ancora due ore valide”. “Grazie, dico io, che le devo?” ... regram @leonardo_pieraccioni
Stamani va via una macchina davanti alla mia e io la metto subito al suo posto. Qualche secondo e la macchina torna indietro, abbassa il finestrino e mi porge il biglietto chiedendomi: “lo vuole? ci sono ancora due ore valide”. “Grazie, dico io, che le devo?” “Ma si figuri, dice lui” e riparte. Importante: non mi ha riconosciuto ed è tornato indietro con una scusa solo per vedere quello che dicono tutti e cioè che di persona sono bellissimo! No, è tornato indietro semplicemente per fare una cortesia e noi alle cortesie non ci siamo più abituati. Nel momento che mi ha chiesto se volevo il biglietto io, giuro, ho pensato: “ecco la banda del biglietto che con la scusa di farti tirare giù il finestrino ti rapina, ti rapisce e t’ammazza!”. Giuro che ho pensato questo. Ormai siamo abituati alle cattive azioni, viviamo nella paura delle fregature, ci siamo assolutamente disabituati ad un gesto gentile. Questo ho pensato mentre osservavo la sua macchina che s’allontanava. Poi ho guardato in controluce il biglietto ed ho anche pensato: “non ci sarà mica un microchip e stasera me li ritrovo a casa?”. Aiuto, siamo irrecuperabili.
Read more
Questo era il periodo più bello per noi. Tu scendevi da Milano e fino a Capodanno stavamo quasi 24 ...
Media Removed
Questo era il periodo più bello per noi. Tu scendevi da Milano e fino a Capodanno stavamo quasi 24 ore al giorno insieme scorrazzando per Napoli tra locali e baretti. Ti mettevi alla guida della mia macchina, instancabile, parlavi a raffica e raccontavi ogni aneddoto milanese nei minimi ... Questo era il periodo più bello per noi. Tu scendevi da Milano e fino a Capodanno stavamo quasi 24 ore al giorno insieme scorrazzando per Napoli tra locali e baretti.
Ti mettevi alla guida della mia macchina, instancabile, parlavi a raffica e raccontavi ogni aneddoto milanese nei minimi dettagli, dispensavi consigli spassionati, eri forte, bello, robusto, fresco, con quella grande ambizione che ti scorreva nelle vene e che da sempre ti ha contraddistinto tra tutti.
Il Natale era nostro, si ricordava e si tornava indietro di 10/12 anni, a quelle notti nei locali quando a 17 anni senza patente rubavo la macchina di mia mamma dal garage ogni giovedì per andare alla Mela con 50 mila lire in tasca, un paio di drink e ultimi spicci per fare colazione. Che notti indimenticabili.
Ricordo che tu pur di uscire ti mettevi a letto e facevi finta di dormire, poi scendevi senza chiedere il permesso ai tuoi, lasciano la porta socchiusa per poter rientrare senza far rumore il mattino presto.
Quante ne abbiamo fatte passare a quei poverini dei nostri genitori.
Il pomeriggio in questi giorni di festa eri incontenibile, dopo pranzo eri il primo a chiamare tutti per giocare a carte, non ti interessava a cosa giocassimo il tuo unico scopo era stare insieme ai tuoi amici, ridere, sfottere un po’ tutti, eri nobile fratello mio, così nobile che non ti interessava vincere, tu volevi far casino, volevi ridere di gioia e di passione e questo ti bastava.
Questa foto ricorda il nostro capodanno a MonteCarlo nel 2010, e chi so scord. Partimmo da San Giuseppe il 30, ci fermammo a Milano a casa tua e poi subito la mattina del 31 direzione Principato, ti comprasti una giacca ma ti stava corta di maniche (come al solito) e ti mettesti la mia, come sempre quello che era mio era tuoi e viceversa. Quanto stavi fresco.
Eravamo giovani, pazzi, forse fin troppo, tanto che nel primo pomeriggio del 1 Gennaio sentendo al telefono Nando e Salvatore ci mettemmo in macchina da Monaco e andammo a Milano Marittima, se solo ci penso....Napoli/Milano/Monaco/MMarittima in 3 giorni, sempre insieme al volante, che bella storia.
Read more
Loading...
<span class="emoji emoji1f42c"></span>E alla fine cosa ho fatto?! La città dopo tre giorni mi stava stretta e me ne sono venuta al mare!!! ...
Media Removed
E alla fine cosa ho fatto?! La città dopo tre giorni mi stava stretta e me ne sono venuta al mare!!! Ho caricato ingredienti e caccavelle in macchina (ecco cosa intendo io per “portarsi il lavoro a casa!) ed ho imboccato l’autostrada...devo dire che, nonostante stanotte sia venuto giù il ... 🐬E alla fine cosa ho fatto?! La città dopo tre giorni mi stava stretta e me ne sono venuta al mare!!! Ho caricato ingredienti e caccavelle in macchina (ecco cosa intendo io per “portarsi il lavoro a casa!) ed ho imboccato l’autostrada...devo dire che, nonostante stanotte sia venuto giù il diluvio con fulmini e saette, è stata un’idea super intelligente perché da una parte prolungo l’estate ancora un po’ e dall’altra...beh questa è una sorpresa sia per me che per voi made by La Mamma...qualcuno vuole provare ad indovinare?!?
Piccolo indizio: 🍅
Buon bene pasticcini 🍪
.
.
.
.
.
.

#morningscenes #weekendvibes #brunch #colazione_italia #gallipoli2018 #pugliaview #breakfastlover #colazione #creativityinmybreakfast #coffeeandseasons #mybreakfast #coffeelover #colazionetime #friyay #tgif #weekend #mypugliastory #healthybreakfast #foodart #storyofmytable #italianbreakfast #buonacolazione #instacolazione #colazioneperfetta #gallipoli #salento #weareinpuglia #salentoland #pugliamia #pugliagram
Read more
Guardavo dalla finestra di continuo. Il terzo giorno che mi trovavo ad Å i Lofoten ero seduto sul ...
Media Removed
Guardavo dalla finestra di continuo. Il terzo giorno che mi trovavo ad Å i Lofoten ero seduto sul davanzale della finestra insieme ad un signore che era in stanza con me e mentre guardavamo fuori parlavamo dei nostri viaggi ed in particolare di quello che stavamo facendo in Norvegia. Ad un ... Guardavo dalla finestra di continuo.
Il terzo giorno che mi trovavo ad Å i Lofoten ero seduto sul davanzale della finestra insieme ad un signore che era in stanza con me e mentre guardavamo fuori parlavamo dei nostri viaggi ed in particolare di quello che stavamo facendo in Norvegia. Ad un certo punto, quasi in automatico, entrambi smettiamo di parlare ed iniziamo a fissare il vuoto. Dopo qualche minuto di silenzio smetto di guardare fuori, mi giro verso di lui e gli faccio: “Magari adesso che siamo qui sembrerà banale e non so tu, ma se penso a tutto quello che ho fatto, da solo, per arrivare fino a qui.. non ho parole.. sono a 4500km da casa, ho preso 3 aerei, ho affittato una macchina ed ho guidato per tutte le Isole Lofoten.. ed adesso sono qui, in uno dei posti più belli del mondo, probabilmente uno dei posti più belli che mai vedrò.. quante persone hanno la nostra stessa fortuna?” .. lui sorride e mi fa: “Ci stavo pensando anche io..”. La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte. 🇳🇴
#yallerseurope #adventureculture #norwaysworld #travelgram #neverstopexploring #igers #mittnorge #roamtheplanet #instagramhub #norges_fotografer #travelblog #norge #natgeo #natgeotravel #åilofoten #travel #norway #norwayraw #instagramers #norway2day #norwaypng #nature #visitnorway #svolvær #europe_vacations #lofotenisland #topeuropephoto #norway_online #nortrip
Read more
~capitolo24~ Mi diressi verso la macchina quando vidi cris Cc: mirko ciao carmine ha lasciato ...
Media Removed
~capitolo24~ Mi diressi verso la macchina quando vidi cris Cc: mirko ciao carmine ha lasciato un biglietto a casa k sarebbe rimasto da voi finche non tornavo io: cris e vero ma ieri sera e caduto dalle scale e ha perso molto sangue dalla testa ed e in ospedale io sto andando vieni Cc: certo ... ~capitolo24~
Mi diressi verso la macchina quando vidi cris
Cc: mirko ciao carmine ha lasciato un biglietto a casa k sarebbe rimasto da voi finche non tornavo
io: cris e vero ma ieri sera e caduto dalle scale e ha perso molto sangue dalla testa ed e in ospedale io sto andando vieni
Cc: certo guido io
M:no tu stai dietro k se freni il bimbo sbatte
Cc: vero
andammo fino all'ospedale
entrammo in stanza
P.V.Flavia
vedo arrivare mirko e cris
io: amore
M: amore
entra cris e comincia a piangere se ci fossi stata io
io: cris nn piangere dai k il bimbo ne risente
Cc: e vero pero ho paura xk in sardegna sono caduta dal letto e d'allora non lo sento più
io: cris sali al piano di sopra k ci sono i dottori specilizzati e vedi k ti dicono
Cc: ok salgo
M: e tu vai a casa a farti una doccia
io: ok
ci baciammo mi senti la principessa dal suo cuore
poi andai in macchina a casa e li cera camilla
io: camilla
c: fla come sta carmine?
io: ora meglio
c: ok
io: salgo
sali le scale mi spogliai ed entrai in doccia mi lavai ed andai a vestirmi jeans scuri maglietta bianca con l'ala azzurra e convers bianche
scesi le scale salutai cami e andai in macchina verso l'ospedale
appena entrata
M: amore ti devo parlare
io: certo tesoro
arrivo cris ...
||marty

x tutti i capitoli #flaviamirko
Read more
Una Briciola di Solitudine - Capitolo 6 🥀 ~ 14 febbraio 2016 Oh blocco bianco senz'anima, sono ...
Media Removed
Una Briciola di Solitudine - Capitolo 6 🥀 ~ 14 febbraio 2016 Oh blocco bianco senz'anima, sono a pezzi, tremendamente distrutta. Mi sento logorata nel petto e nello stomaco e sento l'intero ventre ardere per la rabbia. Ho mangiato decisamente poco oggi, appena una mela a pranzo e uno ... Una Briciola di Solitudine - Capitolo 6 🥀
~
14 febbraio 2016

Oh blocco bianco senz'anima, sono a pezzi, tremendamente distrutta. Mi sento logorata nel petto e nello stomaco e sento l'intero ventre ardere per la rabbia.
Ho mangiato decisamente poco oggi, appena una mela a pranzo e uno yogurt a cena. Subito dopo sono uscita di casa a fare un'intensa camminata per distendere i nervi e non pensare, ma non ha funzionato. La cosa positiva è che avrò consumato più calorie di quelle ingerite. Il peso sarà sceso ancora.
Ti starai chiedendo il perché di tanto sconforto.
Mi preme dirtelo, ma, allo stesso tempo, provo vergogna, disagio e confusione. Ritengo la causa una cosa alquanto infantile e inutile. Però tu sei fatto apposta per dare spazio ai miei sfoghi e ai miei inghippi, stupidi o filosofici che siano, quindi preparati al racconto.

Era già ben l'una passata di notte di ieri sera, o, se vogliamo precisare, di stamattina, quando io e la mia famiglia stavamo rientrando a casa dopo una serata passata in pizzeria con la squadra di calcio di mio fratello. Eravamo in macchina. Sblocco il cellulare e, come d'abitudine, entro su Instagram per visualizzare eventuali notifiche, ovviamente sempre presenti.
Ti spiego meglio quel "ovviamente": su Instagram ero una specie di blogger, in quanto la mia pagina aveva ben settanta mila seguaci, quindi, come penso avrai dedotto, era raro finirci su e non trovare nemmeno un misero "mi piace". Ieri sera, però, qualcosa, o meglio, qualcuno, mi ha colto di sorpresa, decidendo di cambiare la password e prendersi tutto ciò che avevo. Ho fatto tentativi su tentativi, ho riscritto il nome utente e la password anche più di venti volte, ho chiesto aiuto all'assistenza e ho tentato, invano, di recuperare l'account tramite l'e-mail, ma quel bastardo, naturalmente, aveva cambiato anche quella.
Scendiamo dalla macchina e saliamo in casa. Ormai ero in preda da una crisi di panico. Avevo bisogno di gridare, di dare un pugno al muro, di parlare con qualcuno, qualsiasi cosa pur di non provare più quello che stavo provando. (CONTINUA SOTTO...)
Read more
Loading...
Carlo abbracciò la figlia. "Sei grande ed è giusto che ti prenda le tue responsabilità...sono ...
Media Removed
Carlo abbracciò la figlia. "Sei grande ed è giusto che ti prenda le tue responsabilità...sono orgoglioso di te!"sussurrò Carlo all'orecchio di Lidia che si emozionò. "Ora vai dai tuoi amici. Ci penso io qui" continuò il padre. Lidia raggiunse gli altri, Francesco che era in piedi la prese ... Carlo abbracciò la figlia.
"Sei grande ed è giusto che ti prenda le tue responsabilità...sono orgoglioso di te!"sussurrò Carlo all'orecchio di Lidia che si emozionò.
"Ora vai dai tuoi amici. Ci penso io qui" continuò il padre. Lidia raggiunse gli altri, Francesco che era in piedi la prese fra le sue braccia e continuarono a chiacchierare, quando Lidia vide entrare Alessandro che si diresse verso il bancone. Chiese a Carlo da bere, qualcosa di forte, che buttò giú tutto d'un fiato e poi un secondo bicchiere che fece la stessa fine del primo, poi andò da loro, si mise a sedere e si versò un bicchiere di spumante.
Quando Alessandro tornò di nuovo al bancone a prendersi un altro bicchiere, Lidia preoccupata si avvicinò a Lorenzo. "Alessandro sta esagerando...per favore portatevelo voi a casa a dormire" chiese Lidia preoccupata. "Ho visto...non c'e problema, tanto anche Riccardo viene da noi"rispose Lorenzo.
Lidia andò al bancone da Alessandro, gli tolse il bicchiere che era intento a bere.
"Dammi le chiavi della tua macchina!"esclamò Lidia. "Per quale motivo?"domandò lui.
"Tu dammele!"replicò lei e lui gliele diede.
"Dormi da Lorenzo sta notte. Non puoi guidare, hai bevuto troppo" continuò Lidia. "Sto bene...ce la faccio"rispose Alessandro. "Lo credi tu...ti devo ricordare cosa è successo qualche , mese fa? Non potrei sopportarlo di nuovo" spiegò Lidia che venne interrotta dall'arrivo di Lorenzo. Prese Alessandro e andarono a casa.
Era notte e il telefono di suonò svegliandola. Preoccupata , visto l'orario rispose subito.
"Che è successo?"chiese assonnato Francesco quando la fidanzata riattaccò. Lidia rimase in silenzio per qualche secondo.
"Era Lorenzo...Martina non sta bene...devo andare da loro..."rispose Lidia vestendosi.
"Sono le 3.30!"replicò Francesco.
"Mi assicuro che stia bene e torno...tu dormi"disse Lidia lasciando poi la casa e andò da Martina.
Una volta arrivata la accolse in casa l'amica.
"Era proprio necessario chiamarmi a quest'ora?"domandò seccata Lidia. "Sta male....e io non so che fare...."rispose Martina. "Dov'è?"chiese la ragazza.
"Nella stanzetta degli ospiti"disse Martina chiudendo la porta di casa mentre Lidia andò verso la stanza.
Read more
Ciao scusate per il ritardo ma è il secondo immagina che scrivo, quell'altro lo avevo quasi finito ...
Media Removed
Ciao scusate per il ritardo ma è il secondo immagina che scrivo, quell'altro lo avevo quasi finito e mi si è cancellato ci sono rimasta malissimo.....comunque questo è l'immagina su liam: Mi sveglia come ogni mattina per andare a scuola stanca morta e mi trascini giù dal letto per andare ... Ciao scusate per il ritardo ma è il secondo immagina che scrivo, quell'altro lo avevo quasi finito e mi si è cancellato ci sono rimasta malissimo.....comunque questo è l'immagina su liam:
Mi sveglia come ogni mattina per andare a scuola stanca morta e mi trascini giù dal letto per andare a prepararmi. Mi vesto con dei jeans neri strappati sul ginocchio e un maglioncino bordeaux visto che fuori comincia a far freddo. Una giornata come tutte le altre. Sento il clacson di un auto suonare e capisco che niall è già giù ad aspettarmi e mi affretto. Salgo in macchina e saluto il mio migliore amico Niall:
"Ciao Niall come stai? Scusa se ti ho fatto aspettare "
"Ciao t/n stasera ti porto a una festa ci vieni vero?"
"Boh non lo so...non mi va molto e poi sono indietro con gli studi..." gli dico cercando un modo per non andarci
"E se ti dico che alla festa c'è anche la tua cotta storica?"
Esatto la mia cotta storica. La mia cotta storica è Liam Payne. Mi piace dalla prima media.
"E va bene ci andiamo ma appena ti dico che me ne voglio andare mi riporti a casa!" gli dico con fare autoritario.
"Ok va bene...stasera ti vengo a prendere alle 8". Intanto il giorno di scuola passa e la serata si avvicina.
Mi vesto con un vestito stretto di un blu elettrico senza maniche. Ha una scollatura a cuore e arriva poco sopra il ginocchio. Indosso degli stupidi tacchi che mi fanno male ai piedi e mi trucco velocemente visto che sono ormai le otto.
Scorgo fuori dalla finestra la macchina di niall e mi avvio. Entro e lo saluto...
"Ciao! Dove è la festa?"
"A casa di Louis"
"A ok" Louis è un nostro amico...piu un amico di niall
Quando arriviamo scorgo davanti a me una grande casa con il tetto verde. Immagino che sia li la festa visto che si sente la musica da qui. Entriamo e la musica mi inonda i timpani. Niall mi lascia dirigendosi verso la sua ragazza e io gironzolo guardandomi intorno e cercando gli occhi del ragazzo che mi ha fatto innamorare. E lo trovo. Liam payne. Mentre si bacia con una ragazza.
*CONTINUO NEL COMMENTO QUI SOTTO*
Read more
Apre oggi a Milano il primo Starbucks italiano. All’inizio ho preso la notizia in modo tiepido, ...
Media Removed
Apre oggi a Milano il primo Starbucks italiano. All’inizio ho preso la notizia in modo tiepido, per me Starbucks ha sempre voluto dire vacanza, il posto in cui fare una sosta caffè e cookie quando sono in viaggio, con le poltroncine comode e il wifi assicurato. Pensare di averlo a portata ... Apre oggi a Milano il primo Starbucks italiano.
All’inizio ho preso la notizia in modo tiepido, per me Starbucks ha sempre voluto dire vacanza, il posto in cui fare una sosta caffè e cookie quando sono in viaggio, con le poltroncine comode e il wifi assicurato.
Pensare di averlo a portata di mano a casa non mi aveva entusiasmato. Ma ho cambiato idea oggi: uno spazio enorme ricavato dalle ex poste di Piazzale Cordusio, con una grande macchina centrale che tosta le diverse miscele di caffè, la pasticceria di Princi al piano terra e la possibilità di bere ottimi cocktail al piano superiore.
(@andrea_pepite vi consiglia l’Emerald 🍹)
No, questo non è lo Starbucks delle vacanze, questo è quello di una Milano che diventa sempre più bella, più grandiosa. Dove tutto sembra sempre essere in movimento e in divenire.
Che meraviglia, no?
#starbucks #starbucksmilano #milanopertutti
Read more
Loading...
Ancora 2 giorni e poi via, a casa... Ecco cosa mi mancherà di quest’isola: - il mare davanti alla ...
Media Removed
Ancora 2 giorni e poi via, a casa... Ecco cosa mi mancherà di quest’isola: - il mare davanti alla finestra - la colazione già pronta - le letture sotto l’ombrellone - le passeggiate al tramonto in città vecchia - i bagni con le onde - i cioccolatini sul cuscino - il letto king size - la ... Ancora 2 giorni e poi via, a casa...
Ecco cosa mi mancherà di quest’isola:
- il mare davanti alla finestra
- la colazione già pronta
- le letture sotto l’ombrellone
- le passeggiate al tramonto in città vecchia
- i bagni con le onde
- i cioccolatini sul cuscino
- il letto king size
- la luce bianca del sole
- la totale assenza di pioggia
- la pita
- la birra Alfa
- le mura dei cavalieri
- i kalimera e i kalispera degli abitanti
- la sensazione di libertà che solo quest’isola ti sa dare
#felicemenTee
P.S. Sondaggio: secondo voi questa foto è stata scattata con la macchina fotografica o con l’iPhone? 😜🤔
.
.
.
#dodecanese #simiisland #stayandwander #vscogood #postcardfromtheworld #summer4igers #visualgang #bbctravel #summer2k18 #liveauthentic #natgeo
Read more
 #Penny15 #e #Pozzo15 #pulito #la #macchina #caldo #infernale #weekend #alternativo #riposo #e #idratazione #etanolica #0.0 #giura #che #sono #a #casa #hello #da #Renato15
Media Removed
#Penny15 #e #Pozzo15 #pulito #la #macchina #caldo #infernale #weekend #alternativo #riposo #e #idratazione #etanolica #0.0 #giura #che #sono #a #casa #hello #da #Renato15 #Penny15 #e #Pozzo15 #pulito #la #macchina #caldo #infernale #weekend #alternativo #riposo #e #idratazione #etanolica #0.0 #giura #che #sono #a #casa #hello #da #Renato15
... e poi si torna a casa dopo lo spettacolo, in macchina si sorride parecchio, gli amici @ciubeciubano ...
Media Removed
... e poi si torna a casa dopo lo spettacolo, in macchina si sorride parecchio, gli amici @ciubeciubano @titticupido ti tengono sveglia. Oggi hai percorso i tuo soliti 240 km, ma hai lasciato i tuoi figli da soli a casa per la prima volta... questo è il loro “ BENTORNATA “ ... se rinasco vi rivoglio ... ... e poi si torna a casa dopo lo spettacolo, in macchina si sorride parecchio, gli amici @ciubeciubano @titticupido ti tengono sveglia. Oggi hai percorso i tuo soliti 240 km, ma hai lasciato i tuoi figli da soli a casa per la prima volta... questo è il loro “ BENTORNATA “ ... se rinasco vi rivoglio #gratitudine #vitadamamma @_.jolandarenga._ #leonardorenga
Read more
Loading...
NATALE IN CASA D'AUBERGINE: L'ANNIVERSARIO. Reduce da due giorni a zonzo per la Toscana in qualità ...
Media Removed
NATALE IN CASA D'AUBERGINE: L'ANNIVERSARIO. Reduce da due giorni a zonzo per la Toscana in qualità di autista e segretario della consorte, Monsieur reclama il compenso pattuito. "Ma... non mi avevi detto che quelle non le potevo mangiare perché dovevi farci la torta di mele?". "Infatti. ... NATALE IN CASA D'AUBERGINE: L'ANNIVERSARIO.

Reduce da due giorni a zonzo per la Toscana in qualità di autista e segretario della consorte, Monsieur reclama il compenso pattuito.
"Ma... non mi avevi detto che quelle non le potevo mangiare perché dovevi farci la torta di mele?".
"Infatti. Prima le tengo qualche giorno sul cassettone, con le pigne di Polpetta, e poi ci faccio la torta di mele...".
"Ah sì? Allora la prossima volta ci resti tu un'ora in macchina davanti al bar di Larciano..." .
Pausa cogitabonda. "Anzi: ci vengo anch'io, da quella parrucchiera!" .
"E a che titolo, scusa?".
"Beh... sono pur sempre Monsieur d'Aubergine. Da trent'anni esatti: domani..." .
Oh-oh! .
"Allora ti faccio la torta di mele..." (detto con un sorriso un po' meno faccia-da-schiaffi del solito...). .
.

#natale #finalmentenatale #storiedinatale #mele #christmastime #apples #xmasdecorations #ioemonsieur #oktifacciolatortadimele
Read more
 #LagoDiBraies: finalmente oggi, complice il tempo un po' nuvoloso, siamo riusciti ad arrivare ...
Media Removed
#LagoDiBraies: finalmente oggi, complice il tempo un po' nuvoloso, siamo riusciti ad arrivare al Lago di Braies, uno dei posti in cui sono di casa fin da bambina, quando ci venivo con i miei genitori, il turismo qui era centellinato e soprattutto solo i veri appassionati di montagna conoscevano ... #LagoDiBraies: finalmente oggi, complice il tempo un po' nuvoloso, siamo riusciti ad arrivare al Lago di Braies, uno dei posti in cui sono di casa fin da bambina, quando ci venivo con i miei genitori, il turismo qui era centellinato e soprattutto solo i veri appassionati di montagna conoscevano questi posti 🏔 Ad ogni modo dicevo oggi siamo riusciti ad arrivare qui tranquillamente, il che significa in macchina perché la Lavi cammina sì ma comunque ha un'autonomia limitata (e anch'io a dire la verità 😅). A ridosso del lago ci sono tre parcheggi, ma se sono pieni ai piedi della salita (dalle 10,30 alle 14,30) vi fanno fermare e si può salire solo in navetta: ovviamente in questo periodo capita spesso se come noi amate prendervela comoda e pensate di poter arrivare belli belli a mezzogiorno 😁Ad ogni modo uno spettacolo che vale sempre la pena di essere visto, con il sole, le nuvole, la neve...sempre 😍

Once again, in one of the most beautifiul places in the Dolomites 🏔
.
.
.
.
.
#dolomiti #braieslake #braieslake #braiessee #southtyrol #lagodibraies #travellingwithkids #elenaschiavon #mountain #mountainlake #lifestyleblogger #motheranddaughter #pragserwildsee #beautifuldestinations #rowingboat #lakeinthemountains #lake #braies
Read more
Erano le 7:41 del 30 luglio 2017, un anno fa. Eri piccolina se così si può dire, magrolina e un po’ ferita, ...
Media Removed
Erano le 7:41 del 30 luglio 2017, un anno fa. Eri piccolina se così si può dire, magrolina e un po’ ferita, ti ho vista scendere dalla gabbia del furgoncino su cui avevi viaggiato per tutta la notte, stanca e impaurita. Ti hanno messa in macchina e ti sei infilata dietro al sedile (adesso con il ... Erano le 7:41 del 30 luglio 2017, un anno fa. Eri piccolina se così si può dire, magrolina e un po’ ferita, ti ho vista scendere dalla gabbia del furgoncino su cui avevi viaggiato per tutta la notte, stanca e impaurita. Ti hanno messa in macchina e ti sei infilata dietro al sedile (adesso con il culone che ti ritrovi non ci staresti mai!) e sei rimasta lì immobile a guardarmi. Pensavamo che a casa ti saresti nascosta in un angolo e ci saresti rimasta per una settimana almeno, invece appena arrivata ti sei guardata un po’ attorno e ti sei lasciata conquistare da un pezzo di cracker e mi hai letteralmente abbracciata!! Avevi gli occhioni di chi non aveva perso la speranza nonostante tutto il male subìto. Grazie perché l’amore che sai dare tu è impossibile da trovare nelle persone, grazie perché sei l’esempio che dimostra che i pitbull/amstaff non sono cani cattivi, ma solamente delle bestioline super muscolose, molto affettuose e soprattutto che fanno troppo ridere. Grazie perché tu e Charlie siete molto più di due migliori amici per me. ❤️🐶🐺
Read more
Da bambina guardavo sempre incantata questa casa distrutta e abbandonata, dal finestrino della ...
Media Removed
Da bambina guardavo sempre incantata questa casa distrutta e abbandonata, dal finestrino della macchina prima di tornare a casa mia. Ho sempre sognato comprarla e andarci ad abitare un giorno. La vita ha avuto in serbo per me altri progetti, un’altra città e un altro cielo sotto cui stare. ... Da bambina guardavo sempre incantata questa casa distrutta e abbandonata, dal finestrino della macchina prima di tornare a casa mia. Ho sempre sognato comprarla e andarci ad abitare un giorno. La vita ha avuto in serbo per me altri progetti, un’altra città e un altro cielo sotto cui stare.
Oggi quella casa abbandonata è in fase di ristrutturazione e per me è sempre stupenda... sarà il cielo, il muretto, gli alberi di olivo, ma ogni volta che torno qui è tutto sempre più bello. 🏡💚💙 #apulia #puglia #pugliagram #pugliamia #olivetree #sky #terrarossa #home #beautiful #life #apuliatravels #apulianstyle #mediterranean #italy #italianstyle
Read more
C'era il sole in un cielo terso, ma la mattina seguente, dentro Giulia era un giorno di pioggia. E ...
Media Removed
C'era il sole in un cielo terso, ma la mattina seguente, dentro Giulia era un giorno di pioggia. E come in tutti i giorni di pioggia vorresti startene in casa a guardare le gocce scivolare pigramente sui vetri della tua finestra. C'era il sole e Giulia preferiva guardare il video messaggio ... C'era il sole in un cielo terso, ma la mattina seguente, dentro Giulia era un giorno di pioggia. E come in tutti i giorni di pioggia vorresti startene in casa a guardare le gocce scivolare pigramente sui vetri della tua finestra. C'era il sole e Giulia preferiva guardare il video messaggio che Alfredo le aveva mandato il giorno del suo tentato suicidio. Alfredo aveva la passione per i video, ne girava in continuazione e spesso li mandava a Giulia al posto di scriverle.
- Viene il giorno in cui ti ritrovi adulto, - disse Alfredo nel video - così, all'improvviso, puoi guidare una macchina, andare a votare e fare tutte quelle cose da adulti. Cresci, diventi più alta e non te ne rendi conto perché sostanzialmente continui ad avere gli stessi problemi, le stesse emozioni che avevi a quindici anni. Poi te ne accorgi quando vedi che la gente si aspetta che tu faccia cose serie, responsabili. Ecco per me è venuto quel momento. Fare la cosa giusta, responsabile. Non posso dirti che cosa, credimi vorrei tanto, ma non posso, perché ti farebbe male e io non voglio farti del male. Ricordi? Siamo adulti, dobbiamo fare le cose da responsabili.
Il video finí con un sorriso forzato di Alfredo. Era un giorno di sole, ma c'erano gocce che scivolavano lentamente sul vetro del cellulare di Giulia.
Simone Angelo 😇 Ferri
#Loveandpaltrythings #sketchoftheday #sketch #disegno #drawing #pencil #drawingoftheday #graphite #art #artwork #instart #artlovers #pornview #instaart #woman #pornmusic #sketchpad #sketchbook #love #addict #tipenso #attimi #emozioni #addiction #watchporn #music #momenti #hand #musicporn #procreate
Read more
Esprimi anche tu un desiderio 🤞<span class="emoji emoji1f30c"></span> C'è una stella cadente <span class="emoji emoji1f320"></span> La maestosità del cielo notturno e l'infinita ...
Media Removed
Esprimi anche tu un desiderio 🤞 C'è una stella cadente La maestosità del cielo notturno e l'infinita delle stelle mi fanno pensare a quanto sia piccolo in un universo chi sa quanto grande... Eppure io ci sono ‍♂️ Per realizzare questo scatto mi ero perso tra le campagne Cervetrane in ... Esprimi anche tu un desiderio 🤞🌌
C'è una stella cadente 🌠
La maestosità del cielo notturno e l'infinita delle stelle mi fanno pensare a quanto sia piccolo in un universo chi sa quanto grande... Eppure io ci sono 🙋‍♂️
Per realizzare questo scatto mi ero perso tra le campagne Cervetrane in compagnia di cagnoloni poco simpatici ... Mi sono dovuto arrampicare sulla macchina piazzando il treppiede sul tettuccio per portarmi a casa questi scatti ❤ Questo lo chiamo amore per la fotografia 🤗📷 e anche perchè ormai ci stavo 😂
Mia piccola #GoPro riesci semprea stupirmi 🔝
Night Photo 🌑
WB 3000
ISO 100/200
30 Sec.
Nit. Bassa 📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌
@goproit @gopro @35awards @igersitalia @photoshop @photographicalgoals @landscapephotomag @landscapescapture @igersroma @igersitalia @igers.official @igerstoscana @goproit_official_ @italian_places @ig_italia @italianlandscapes @natgeo @natgeotravel @natgeoadventure @natgeoadventure
@natgeoyourshot @new_photoitalia @lightroom @instagram @visitcerveteri @gopower_people
@gosoulcommunity @gopro.momentsofficial @goprode @nasa @nasaearth @universetoday
📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌📷🌌 #goproit #gosoulcommunity #lunar #skypor #stars #astronomyphotography #latenight #nightphotography #lifestyle #landscape #photography #neverstopexploring #amazingview #insta_sleep #firstpost #followbackalways #tagsta #lastnight #excursion #thestars #goproexperience #goprolife #goprolifestyle #twilightscapes #amazinglandscape #goproawards #cerveteri
Read more
Il #rustico tra il #bosco e il #mare. Sulle colline di #Camaiore, sorge, immersa tra gli #olivi ...
Media Removed
Il #rustico tra il #bosco e il #mare. Sulle colline di #Camaiore, sorge, immersa tra gli #olivi e un bosco di #castagni, questa affascinante casa in pietra con fienile, recentemente ristrutturata per essere in perfetto equilibrio con l'ambiente circostante, recuperando il buono e il ... Il #rustico tra il #bosco e il #mare.
Sulle colline di #Camaiore, sorge, immersa tra gli #olivi e un bosco di #castagni, questa affascinante casa in pietra con fienile, recentemente ristrutturata per essere in perfetto equilibrio con l'ambiente circostante, recuperando il buono e il bello del vecchio cascinale.
Dalla strada principale si percorre una strada privata che attraversa la proprietà all'interno di olivi e castagni. Una volta lasciata la macchina, ecco che un vecchio cancello in legno, una campana in ferro e un rigoglioso castagno ci accolgono all'ingresso dell'abitazione, invitandoci alla scoperta di un immobile sospeso tra il presente e il passato: un bel Rustico in Vendita a Camaiore
La casa di campagna si presenta, dopo l'attenta ristrutturazione, come un'abitazione dal look raffinato e minimale che non ha perso però il calore di sentirsi subito "a casa". A mano a mano che i lavori procedevano, si sono scoperti, sotto il vecchio intonaco, le vecchie pietre e i sassi sulla facciata, che sono stati sapientemente portati alla luce e che ben si inseriscono tra i colori della collina, degli olivi e del cielo azzurro.
L'abitazione principale, grazie ai suoi due livelli fuori terra e i diversi ingressi, è diventata un'ottima soluzione per essere vissuta sia da due nuclei familiari ( una al piano terra e una al primo piano) o un'ottima rendita avendo reso autonomo una parte della casa che può essere affittata per lunghi o brevi periodi lasciando privacy e indipendenza ai diversi ospiti e ai futuri padroni di casa che vogliano intraprendere la strada dell'ospitalità, ma che facilmente possono tornare ad essere un'unica e grande abitazione.
Cotto, legno, travi a vista sono i protagonisti assoluti di questo attento recupero che ha cercato di salvare le caratteristiche della casa di collina. immobiliarecasani.it
Read more
6:45 Suona la sveglia e mi sollevo dal letto in modalità zombie. Dopo tre mesi trascorsi a dormire ...
Media Removed
6:45 Suona la sveglia e mi sollevo dal letto in modalità zombie. Dopo tre mesi trascorsi a dormire senza limiti, alzarmi a quest’ora è un trauma. Rimango seduta con gli occhi chiusi e penso “perché così presto?”. Ci impiego però pochissimi secondi per realizzare che oggi è il primo ... 6:45

Suona la sveglia e mi sollevo dal letto in modalità zombie.

Dopo tre mesi trascorsi a dormire senza limiti, alzarmi a quest’ora è un trauma.

Rimango seduta con gli occhi chiusi e penso “perché così presto?”. Ci impiego però pochissimi secondi per realizzare che oggi è il primo giorno del mio ultimo anno di scuola.

L’anno della maturità è finalmente arrivato anche per me e ho intenzione di iniziarlo al top. Ovviamente mi riferisco al fatto che io e i miei compagni adesso siamo ufficialmente i più grandi tra tutti gli alunni dell’istituto.

E questo come da tradizione richiede una certa entrata trionfale. Arrivare in sella alla Vespa ormai è scontato da parte mia, l’autobus non ricordo neppure più che percorso segua, la macchina non è nemmeno da considerare dato che, tra ztl e mancanza di parcheggi, il centro di #Padova diventa irraggiungibile.

Guardo fuori, tutto sommato oggi sembra ancora estate. Così mi vesto, faccio colazione ed esco di casa con sotto braccio il mio skateboard nuovo.

Mente scivolo tra le viuzze della zona del ghetto ebraico i raggi del sole cominciano a fare capolino tra i tetti della città. Passo davanti a negozi ancora chiusi, bar da cui si sprigiona il profumo di brioches e garage da cui escono i venditori ambulanti, gli stessi che ritroverò più tardi in #PiazzadellaFrutta per il mercato.

Stamattina la piazza è ancora poco popolata e io sono in anticipo per entrare a scuola. Così ne approfitto per fare qualche acrobazia e infilarmi in Via Pietro d’Abano. Ecco apparirmi davanti agli occhi un grande cuore rosso che pulsa di vita. Sembra aspettarmi per augurarmi buona giornata. Lo prendo come buon auspicio e sfreccio via.

#VisitVeneto
Foto @mariste5 (testo @VisitVeneto – RB)
Read more
Passò qualche settimana, Lidia era divisa tra lavoro e organizzazione del matrimonio, mentre ...
Media Removed
Passò qualche settimana, Lidia era divisa tra lavoro e organizzazione del matrimonio, mentre Francesco passava la giornata a suonare e spesso lo faceva a casa di Lorenzo con il suo aiuto. "Io vado a dormire " disse Lidia a Francesco che stava suonando nel salotto, che le fece un cenno con la ... Passò qualche settimana, Lidia era divisa tra lavoro e organizzazione del matrimonio, mentre Francesco passava la giornata a suonare e spesso lo faceva a casa di Lorenzo con il suo aiuto. "Io vado a dormire " disse Lidia a Francesco che stava suonando nel salotto, che le fece un cenno con la testa.
"Ti ricordi che domani pomeriggio dobbiamo andare a Viterbo per le bomboniere?"continuò lei.
"Sì...che turno fai?"le domandò lui.
"Il mattino " rispose Lidia. "Passo a prenderti alle 14.30"disse Francesco e Lidia andò a dormire.
Erano ormai quasi le 15 e Francesco non era ancora arrivato, Lidia preoccupata lo chiamò.
"Non risponde..."disse Lidia. "È a casa nostra...chiama Lorenzo " le suggerì Martina e così fece. Lorenzo rispose e le passò il fidanzato. "Sono quasi le tre ma dove sei finito?"domandò Lidia innervosita. Francesco tentennò a rispondere. "Ti sei dimenticato!"esclamò seccata Lidia. "Eravamo concentrati a suonare e per un momento me ne sono dimenticato...non possiamo rimandare?"spiegò Fra.
"Tu credi che io non abbia da fare tutto il giorno?"rispose arrabbiata Lidia. "Tra 10 minuti sono li " disse rassegnato lui.
"Lascia stare...stai li" replicò Lidia che gli attaccò il telefono. Prese la macchina e si mise in viaggio per Viterbo.
Arrivò al negozio dove fuori c'era Alessandro ad aspettarla. "Grazie per essere venuto " disse Lidia abbracciandolo. "Non ti preoccupare lo faccio con piacere. Vedrai che con Fra si risolve tutto, siete solo un po' nervosi ultimamente" rispose Alessandro.
Lidia per l'ora di cena rientrò a casa ma Francesco non c'era. Prese il cellulare dalla borsa e trovò un messaggio del fidanzato che la avvisava che avrebbe cenato da Lorenzo.
Quando tornò a casa Lidia era già a letto ma sveglia.
"Sono venuto a prenderti al bar ma te ne eri andata"disse Francesco spogliandosi.
"Te lo avevo detto di non venire!"rispose stizzita Lidia.
"Come sei permalosa"replicò lui.
"Non ho proprio voglia di litigare adesso...rimandiamo a domani!"esclamò Lidia spegnendo la luce e si mise a dormire.
Read more
<span class="emoji emoji1f33a"></span>Già diceva Proust con le sue madeleine che i sapori e i profumi legati alla nostra infanzia sono ...
Media Removed
Già diceva Proust con le sue madeleine che i sapori e i profumi legati alla nostra infanzia sono la nostra memoria sensoriale...sono la nostra personale macchina del tempo...ci riportano a momenti ormai lontani ma indelebile nella nostra vita...il profumo del gelsomino mi ricorda la ... 🌺Già diceva Proust con le sue madeleine che i sapori e i profumi legati alla nostra infanzia sono la nostra memoria sensoriale...sono la nostra personale macchina del tempo...ci riportano a momenti ormai lontani ma indelebile nella nostra vita...il profumo del gelsomino mi ricorda la strada che facevo da piccola per andare a scuola...c’era un albero più o meno a metà strada del tragitto che quando era in fiori si riusciva a sentire metri prima e mi accompagnava fino al cancello principale della mia scuola ...spesso nelle giornate di caldo torrido nelle estate della mia infanzia tropical arrivando a casa per pranzo andavo di corsa ad aprire il frigo e dissetarmi con qualcosa di fresco...il tè fatto a casa tipico della mia regione era lì in attesa di me e mia sorella piccola..mia mamma da sola a crescere due figlie lavorava sempre..e come ho potuto capire su me stessa molti anni dopo ..si sentiva come tutte noi mamme che lavorano,costantemente in colpa per non esserci a casa in quei nostri momenti..bene..quel tè fresco e pronto per soddisfare la nostra sete era un suo modo di dire....ecco io ci sono...anche quando non ci sono...io vi capisco anche a distanza...io vi proteggo anche se non mi vedete....oggi anche se sono passati molti anni ma ogni volta che mi metto a bollire le foglie di tè che mi portò dietro del Brasile mi emoziono ancora...perché dietro a questo semplice gesto vedo sempre il viso di mia madre ...la sua cura verso di noi ...è la mia particolare madeleine e il mio tempo ritrovato.....ma anche la mia eredità affettiva che tramando ai miei figli ❤️ #iamadreamer #familyiseverything Fate del gesti d’amore..non saranno mai dimenticati ...perché solo quello che dai è veramente quello che sarà per sempre tuo ❤️
Read more
Qualora ti andasse la pizza, e i cd in macchina senza nome sopra che si confondono tutti. Qualora ...
Media Removed
Qualora ti andasse la pizza, e i cd in macchina senza nome sopra che si confondono tutti. Qualora ti andassero litigate coi piatti che volano, partite alla playstation, il divano sotto il condizionatore mentre in TV ricomincia il campionato o la moto gp, le lenzuola contese e la spesa fatta ... Qualora ti andasse la pizza, e i cd in macchina senza nome sopra che si confondono tutti.
Qualora ti andassero litigate coi piatti che volano, partite alla playstation, il divano sotto il condizionatore mentre in TV ricomincia il campionato o la moto gp, le lenzuola contese e la spesa fatta male con molte caramelle gommose e poche cose importanti.
Qualora ti andassero i barbecue con gli amici in cui tu pensi alle bruschette, metti caso sentissi il bisogno impellente e irrefrenabile di un weekend sulla neve, di una sbronza colossale, di un centinaio di foto stupide, di tortellini fatti in casa la domenica e di farina tra i capelli.
E a proposito dei tuoi capelli che mi permetto di dire, vostro onore, che quei capelli sciolti hanno causato più danni dei fastfood e delle trivelle per il petrolio e delle band emergenti, a tal proposito, dicevo, se ti andasse pure di lasciarli così come sono e farli svolazzare fuori dal finestrino in macchina alle due di notte vicino al Colosseo e ai Fori Imperiali, si insomma se tu volessi queste cose e magari anche altre mille, fammelo sapere, che passo a prenderti alle otto.
Read more
Sto rivalutando il suicidio Da quando ho ripreso conoscenza In quest'ospedale non ci sto più Prendo ...
Media Removed
Sto rivalutando il suicidio Da quando ho ripreso conoscenza In quest'ospedale non ci sto più Prendo i mezzi e torno a casa È così che va la vita Quando il padrone di casa dice In questa casa non ci resti più Senza offesa Ma adesso è scaduta L'assicurazione La chiave in cantina La ... Sto rivalutando il suicidio
Da quando ho ripreso conoscenza
In quest'ospedale non ci sto più
Prendo i mezzi e torno a casa
È così che va la vita
Quando il padrone di casa dice
In questa casa non ci resti più
Senza offesa
Ma adesso è scaduta

L'assicurazione
La chiave in cantina
La testa che va e che non va
Il tubo che perde, il muro scassato
Il tempo che fugge ancora
L'amore che passa, la macchina rotta
La vita che va e che non va
Il sangue al cervello, il fiato sul collo
Non ho più una fissa dimora
E un anno passato in giro senza identità

Ora credi che basti un'ora?
Se solo avessi la mia età
Potrei farti capire

Stanotte ho tagliato le vene
Per amore di mia sorella
Conosciuta quando aveva la mia età
Una storia iniziata male
Tre anni che non vedo mio padre
Ero il figlio preferito
Ha detto in questa casa non ci resto più
Senza offesa, senza accuse
Ho scritto parole di suicidio
Perché vivere non mi basta
Read more
"Qualora ti andasse la pizza, e i cd in macchina senza nome sopra che si confondono tutti. Qualora ...
Media Removed
"Qualora ti andasse la pizza, e i cd in macchina senza nome sopra che si confondono tutti. Qualora ti andassero litigate coi piatti che volano, partite alla playstation, il divano sotto il condizionatore mentre in Tv ricomincia il campionato o la moto gp, le lenzuola contese e la spesa fatta ... "Qualora ti andasse la pizza, e i cd in macchina senza nome sopra che si confondono tutti. Qualora ti andassero litigate coi piatti che volano, partite alla playstation, il divano sotto il condizionatore mentre in Tv ricomincia il campionato o la moto gp, le lenzuola contese e la spesa fatta male con molte caramelle gommose e poche cose importanti. Qualora ti andassero i barbecue con gli amici in cui tu pensi alle bruschette, metti caso sentissi il bisogno impellente e irrefrenabile di un weekend sulla neve, di una sbronza colossale, di un centinaio di foto stupende, di tortellini fatti in casa la domenica e di farina tra i capelli. E a proposito dei tuoi capelli che mi permettono di dire, che quei capelli sciolti hanno causato più danni dei fast food e delle trivelle per il petrolio e delle band emergenti, e a tal proposito, dicevo, se ti andasse pure di lasciarli così come sono e farli svolazzare fuori dal finestrino in macchina alle due di notte vicino al Colosseo e ai Fori imperiali, si insomma se tu volessi queste cose e magari anche altre mille, fammelo sapere, che passo a prenderti alle otto.”
Read more
mi hai stalkerizzato fin quando mi sn accorta di te...poi la famosa volta che mi hai visto e non mi hai salutata..poi..una sera a caso sti due sogg @lauramini_villa e @ludo_tattoo che lavoravano sottobanco ci hanno presentato ed eravamo noi4 i nostri amari e la gazzetta..e dopo 3 ore ero gia ... mi hai stalkerizzato fin quando mi sn accorta di te...poi la famosa volta che mi hai visto e non mi hai salutata..poi..una sera a caso sti due sogg @lauramini_villa e @ludo_tattoo che lavoravano sottobanco ci hanno presentato ed eravamo noi4 i nostri amari e la gazzetta..e dopo 3 ore ero gia seduta in braccio a te con te che un po ANNASPAVI...quando siamo tornati a casa avevo quasi mal di pancia da quanto mi hai fatta ridere..d lau mi filmava mentre uccidevo una cimice. ma ridere che sei stato l 'unico dopo tanto ma tanto a farmi ammazzare dal ridere cosi... dopo pochi giorni ti dico di venire da me😂 . alle 23.10 mi scrivi parto dal dago 10minuti sn li..saluto le mie amiche che se ne vanno..dopo mezz ora non eri ancora qui.. scrivo a lau.. dico che coglione mi ha pisciato.. lau ludo io preoccupati.. ti chiamo.. telefono spento.. il tempo passa.. chiamiamo i tuoi amici che avevi salutato prima di venir da me e dicono che avevi salutato tutti dicendo vado da isabella CON SORRISONE @nikoarda testimone.. ciao..nn ci credevo avessi cambiato idea, vedevo come mi guardavi. auna certa decido di uscire in macchina a mezzanotte e venire a vedere se ti eri schiantato in macchina, cosi stavano x fare anche tutti gli altri.. finche' sento il campanello.. esco sei TU. mentre io pensavo mi stessi pisciando tu mi racconti la tua avventura x vedermi...quando sei arrivato ti e' morto il telefono.. hai tentato di rianimarlo ma un cazzo...non sapevi a quale campanello suonare perche' non c'era il nome sui campanelli.. hai pensato bene di tornare al bar dove eri cn i tuoi amici e digli di scrivermi..i tuoi amici non c erano piu... hai fermato un tipo,gli hai pagato un amaro 😂 (wizz sputtanato)hai obbligato a contattarmi su instagram con epiche parole😂ovviamente senza notifica su direct😂, letto dopo davanti a te.. ritorni qui suoni un campanello a caso e lo prendi.. ci vediamo... il resto lo teniamo noi.. noi e basta perche' e' TROPPO ... ma li e iniziato tutto ... sei la cosa piu vera, quello che abbiamo lo proteggo per sempre ... MAI COSI... FORTE ♥️ il mio e' stato un colpo di fulmine... sono pazza di te wizzy !
Read more
<span class="emoji emoji25ab"></span> L'ingresso di casa mia, gli ospiti, la piscina, il garage e la mia macchina <span class="emoji emoji25ab"></span> . . . #Monopoli #weareinpuglia  #yallerspuglia  #ig_puglia_ #volgopuglia  #apuliatravels  #pugliaview #nonveniteinpuglia  #igerspuglia  #madeinpuglia  #ilikeitaly  #ig_europe #travelingtheworld  #living_destinations #italiainunoscatto  #destination_italy  #volgoitalia #loves_mediterraneo  #placeinthe_world #thehub_sea  #water_perfection  #water_shots #thehub_landscape  #ig_landscape_lovers #onholidayinitaly  #whatitalyis  #igersitalia  #ig_italia #seaporn  #puglia
Media Removed
L'ingresso di casa mia, gli ospiti, la piscina, il garage e la mia macchina . . . #Monopoli #weareinpuglia  #yallerspuglia  #ig_puglia_ #volgopuglia  #apuliatravels  #pugliaview #nonveniteinpuglia  #igerspuglia  #madeinpuglia  #ilikeitaly  #ig_europe #travelingtheworld  #living_destinations #italiainunoscatto  #destination_italy  #volgoitalia #loves_mediterraneo  #placeinthe_world #thehub_sea  #water_perfection  #water_shots #thehub_landscape  #ig_landscape_lovers #onholidayinitaly  #whatitalyis  #igersitalia  #ig_italia #seaporn  #puglia ▫ L'ingresso di casa mia,
gli ospiti,
la piscina,
il garage
e la mia macchina ▫
.
.
.
#Monopoli #weareinpuglia  #yallerspuglia  #ig_puglia_ #volgopuglia  #apuliatravels  #pugliaview #nonveniteinpuglia  #igerspuglia  #madeinpuglia  #ilikeitaly  #ig_europe #travelingtheworld  #living_destinations #italiainunoscatto  #destination_italy  #volgoitalia #loves_mediterraneo  #placeinthe_world #thehub_sea  #water_perfection  #water_shots #thehub_landscape  #ig_landscape_lovers #onholidayinitaly  #whatitalyis  #igersitalia  #ig_italia #seaporn  #puglia
Oggi, come mille altre volte, mi è successo di comporre il numero di casa mia a Napoli. Di quella ...
Media Removed
Oggi, come mille altre volte, mi è successo di comporre il numero di casa mia a Napoli. Di quella casa che non abito più, che probabilmente non rivedrò mai, che non so che aspetto abbia al momento. Il telefono suona, eppure non risponde mai nessuno. Probabilmente il numero è stato dato a ... Oggi, come mille altre volte, mi è successo di comporre il numero di casa mia a Napoli.
Di quella casa che non abito più, che probabilmente non rivedrò mai, che non so che aspetto abbia al momento.
Il telefono suona, eppure non risponde mai nessuno.
Probabilmente il numero è stato dato a qualcun altro, probabilmente non esiste nemmeno più e suona a vuoto, ma io preferisco immaginare il vecchio telefono fisso che squilla, mentre ogni angolo di casa è rimasto intatto. Magari impolverato, magari con qualche segno del tempo. Ma intatto.
Il parquet lucido, il pianoforte, il grande tavolo di marmo dove studiavo Latino e Greco, la mia camera, la vetrina per tutte le scarpe che collezionavo, il bagno fatto di maioliche blu e azzurre con l’enorme specchio dove mi preparavo per uscire. La veranda dove c’era la cucina e dove era meraviglioso mangiare mentre pioveva e dove mettevo l’albero di Natale in modo che si vedesse dalla strada.
Vorrei che quel vecchio telefono squillasse come a dire, al posto mio: “ehi, ci sono ancora eh...e prima o poi farai di nuovo parte della mia vita. E scenderò ancora i sei piani a piedi di corsa. E scherzerò ancora col portiere perché non so parcheggiare la macchina. (sarebbe fiero di me. Ancora non so parcheggiarla!) E passerò ancora al ristorante sotto casa per chiedere se fanno i paccheri con le calamarelle e suonerò al citofono a mia madre per farla scendere a mangiarli. Succederà ancora” ❤️
(E per fortuna che ci sono loro ❤️)
Read more
Con oggi si conclude un’esperienza bellissima. Se penso a quella mattina di inizio Gennaio, quando ...
Media Removed
Con oggi si conclude un’esperienza bellissima. Se penso a quella mattina di inizio Gennaio, quando ho ricevuto la chiamata di convocazione, mi viene da ridere e sorridere. Non starò qui a dire che sono stata benissimo, che ho conosciuto belle persone che mi hanno fatto sentire subito a casa, ... Con oggi si conclude un’esperienza bellissima. Se penso a quella mattina di inizio Gennaio, quando ho ricevuto la chiamata di convocazione, mi viene da ridere e sorridere. Non starò qui a dire che sono stata benissimo, che ho conosciuto belle persone che mi hanno fatto sentire subito a casa, che a Terni si crepa di caldo e che le zanzare ti mangiano viva: a questo ci potete arrivare da soli!
Ma non sapete che in questi 7 mesi ho (in ordine sparso): riso come una matta; pianto di nascosto in bagno; pianto di nascosto in macchina; mangiato M&M’s e Fonzies alla macchinetta del 2°piano (e che quando toccava andare a piedi a quella del 3° piano ero praticamente già sul punto di morire di infarto) ; conosciuto ragazzi provenienti da Pakistan, India, Cuba, Filippine, Ecuador, Marocco, Albania, Perú, Romania, Cina, ecc ecc; percorso km e km in treno e/o in macchina cantando a squarciagola (e prendendo 3 multe nella stessa settimana); augurato la peste a Trenitalia minimo 70 volte; stampato pagelle, registri e verbali; telefonato a un paio di Ministeri; scoperto che la pizza margherita con la salsiccia è solo una delle mie fantasie erotiche; che il pesce a Terni è più buono di quanto immaginassi; ascoltato storie assurde perché il mondo è assurdo; inviato centinaia di circolari; imparato a riconoscere a occhi chiusi tutte le buche di Via Bramante; scoperto che gli scout sono ovunque (anche in borghese e fanno i professori); trovato un amico di serie A; preparato tutto l'occorrente per gli esami di maturità ripensando all’estate del 2002; perso una diottria per compilare tutta la roba dell’Alternanza Scuola Lavoro; ma soprattutto confuso un po’ il ruolo che avevo a scuola con quello di Capoclan... perché i ragazzi vanno ascoltati anche quando non hanno niente da dire!

Ma adesso la scuola è (davvero) finita, scappo dai “miei” ragazzi, preparo lo zaino e Buone Vacanze! ⭐️ #school #life #ipsiaterni #students #girlsandboys #terni #memories #experience #2018
Read more
Le corse in macchina alla Vettel per portarci da casa-allenamento, con noi che “mamma muoviti sennò ...
Media Removed
Le corse in macchina alla Vettel per portarci da casa-allenamento, con noi che “mamma muoviti sennò il coach si incazza!” senza ucciderci e senza perdere nemmeno un punto della patente Le infinite attese fuori dalla palestra mentre stiamo controllando che nei selfie post vittoria in ... Le corse in macchina alla Vettel per portarci da casa-allenamento, con noi che “mamma muoviti sennò il coach si incazza!” senza ucciderci e senza perdere nemmeno un punto della patente

Le infinite attese fuori dalla palestra mentre stiamo controllando che nei selfie post vittoria in spogliatoio non ci sia qualcuno senza mutande

Gli abbracci quando perdiamo, di 1 punto, al secondo overtime

Le lacrime quando torniamo a casa fasciati dalla testa ai piedi, con i sopraccigli rotti e i denti scheggiati

Le velate minacce dei “se non studi, domani non vai alla partita!” Le ore passate ai fornelli per prepararci le paste di squadra, chiudendo un occhio sulle casse di birra nascoste dal telo da mare nel bagagliaio della macchina

I carichi di bucato che maneggiano impavide, alla faccia dei tecnici per lo smaltimento dei rifiuti tossici

Le domeniche pomeriggio passate ad annoiarsi, ad esultare, inveire e disturbando i tiri liberi avversari.

La mamma è quel giocatore invisibile, che ogni giorno rende possibile a tutti noi di poter inseguire la nostra passione per la palla a spicchi.
Quel giocatore che meriterebbe più minuti di quanti gliene riconosciamo.

Oggi, Domani, Sempre.
"Mamma, you da real MVP". #sempreminors #basketball #italbasket #basketballneverstops #mothersday #mammaminors #unicoamore
Read more
~~~~~~~~~~~~~~~Clary~~~~~~~~~~~~~~ Il giorno dopo mi alzo dal letto contro voglia. Faccio ...
Media Removed
~~~~~~~~~~~~~~~Clary~~~~~~~~~~~~~~ Il giorno dopo mi alzo dal letto contro voglia. Faccio colazione,mi vesto e vado in camera mia a prendere la valigia. La apro e inizio a prendere,quasi tutti i vestiti,insomma dobbiamo stare al "T-beach"tutta l'estate. E alla fine mi ritrovo ... ~~~~~~~~~~~~~~~Clary~~~~~~~~~~~~~~
Il giorno dopo mi alzo dal letto contro voglia.
Faccio colazione,mi vesto e vado in camera mia a prendere la valigia.
La apro e inizio a prendere,quasi tutti i vestiti,insomma dobbiamo stare al "T-beach"tutta l'estate.
E alla fine mi ritrovo sul letto 2 valige belle grandi.
"mamma vado a prepare Flight!"
Le urlo esco per andare al ranch.
Mentre cammino mi chiama Alex.
A:ehi dolcezza!
Io:ehi zucchero.
A:che fai?
Io:sto andando al ranch.
A:attenta al palo.
Io:che?
Sbatto la testa cotro un palo,mi porto la mano alla fronte per il poco dolore.
Guardo avanti e vedo Alex.
Io:che ci fai qui??Chiedo felicemente,mentre corro verso di lui per abbracciarlo.
A:leggo nei tuoi pensieri.dicevi"quanto vorrei che Alex fosse qui!"
Dice facendo la brutta copia di me.
Io:non parlo cosí😂
Mentre andiamo al ranch parliamo.Quando arriviamo prendo tutte le cose di flight.Arriva mio padre con la macchina e agganciata dietro la "carrozza" per Flight.
A:Salve sig.Gray.
Io:ciao papà.
P:forza portalo su
Prendo Flight e lo conduco dentro.Torniamo a casa per prendere le valige e mamma.Fatto ciò partiamo e arriviamo al T-Beach.Scendo dalla macchina,felice di potermi sgranchire le gambe



Prossimo a 5 like e commenti (nei prossimi capitoli inizierà l'avventura😉)



Il Coraggio
Read more
Sveglia, posticipa, alzati. I gabbiani sul tetto di fronte che fanno ammuina. Caffè, doccia, vestiti, ...
Media Removed
Sveglia, posticipa, alzati. I gabbiani sul tetto di fronte che fanno ammuina. Caffè, doccia, vestiti, scendi. Corri che è tardi, attraversa fra i clacson. Salite e discese. Scuola. Matematica. Nausea. "Ma crè t'è muort 'o cardill?", sorridi. Brioche, campanella, esci. Caffè con gli ... Sveglia, posticipa, alzati. I gabbiani sul tetto di fronte che fanno ammuina. Caffè, doccia, vestiti, scendi. Corri che è tardi, attraversa fra i clacson. Salite e discese. Scuola. Matematica. Nausea. "Ma crè t'è muort 'o cardill?", sorridi. Brioche, campanella, esci. Caffè con gli amici, inciucia. Casa, pranzo, letto, scendi. Salite e discese, scale. Aria. Fermati, cielo e mare davanti a te. Respira. Ascolta. Continua a camminare. Passa fra la gente che grida e ride e litiga, fra i motorini che fanno lo slalom e le auto in seconda fila nei vicoli. Strade, piazze, profumo di sfogliatelle, puzza di merda. Il lungomare. E castel dell'ovo al tramonto. Una birra con un amico, parlate e ascoltate il mare. È sera. Vicoli, piazze, profumo di pizza, puzza di piscio. Mangi un cuoppo al volo. Orientale. Un cuofano di gente. Tintinnii di bottiglie e odore di fumo. Balli, ti siedi sui gradini e parli. Andiamocene che stiamo azzeccando. Macchina. Musica. Il vento della notte dal finestrino. Posillipo, mille luci, qualche amico. Macchina. San Martino. Guardi l'alba e sorridi. E pensi alla sera, alla vita, al panorama che si stende sotto di te. Ai problemi, ai dolori, all'immensa bellezza che ti ritrovi a vedere. Pensi a cosa troverai, via da questa città. E pensi a cosa stai lasciando. Ogni persona. Ogni amico. Hai gli occhi lucidi e non puoi che sentirti incredibilmente grato nei confronti di questa grande famiglia. Nei confronti di chi ha reso la città in cui sei nato casa tua.
Read more
CAPITOLO 9° Arriva il ragazzo, che leggendo il cartellino, scopro chiamarsi Aaron, con dei barattoli ...
Media Removed
CAPITOLO 9° Arriva il ragazzo, che leggendo il cartellino, scopro chiamarsi Aaron, con dei barattoli di vernice. Wow. Tutti i colori sono semplicemente meravigliosi! Scelgo delle tonalità di azzurro e blu, e un barattolo di vernice nera. Pago, e usciamo dal negozio. "Andate a piedi?" ... CAPITOLO 9°
Arriva il ragazzo, che leggendo il cartellino, scopro chiamarsi Aaron, con dei barattoli di vernice.
Wow. Tutti i colori sono semplicemente meravigliosi!
Scelgo delle tonalità di azzurro e blu, e un barattolo di vernice nera.
Pago, e usciamo dal negozio.
"Andate a piedi?" dice Austin con una faccia da prendere a schiaffi.
"Ha ha ha. Simpatico." dico con aria annoiata.
-
Arrivati a casa, fortunatamente in macchina, corro in soggiorno e comincio a scarabocchiare dei possibili disegni da dipingere in camera.
Dopo 1 ora passata a disegnare e cancellare, lancio un urlo di frustrazione.
Ho sempre disegnato perfettamente, perchè adesso non ci riesco?
Vedo Bryan correre giù per le scale spaventato.
"Che è successo?" dice.
"Fanculo. Non riesco a disegnare." dico arrabbiata.
"Se vuoi posso aiutarti" sorride.
"Tu sai disegnare? Hahaha" comincio a ridere.
"Signorina Parker, mi stai sottovalutando?" dice con aria da finto sorpreso.
"No no, fammi vedere" rido.
Si siede e comincia a disegnare...wow, è proprio bravo.
Rimango a bocca aperta, e lui ride.
"Lo ammetto, sei bravissimo" dico.
"Quando dipingerai la camera?"
"Per adesso ancora no, voglio prima abituarmi alla camera com'è ora."
-
Ormai è passato un mese.
La vita con i ragazzi è normale, mi piace convivere con loro.
Austin è sempre dolce con noi, ci troviamo bene con lui, è come un fratello per me...anche se credo ci sia qualcosa tra lui e Charl.
Bryan è SEMPRE lo stesso insopportabile ragazzo, ma stiamo lavorando
sul nostro rapporto di convivenza, e credo di stare andando bene.
Decido di dipingere la camera, finalmente.
Faccio vedere il disegno a Charlotte, visto che la camera è di entrambe, e ne rimane entusiasta!
"Chi vuole aiutarmi a dipingere?" urlo per farmi sentire dai ragazzi.
"Io!" urla a sua volta Bryan.
"Dobbiamo passare al negozio per le tute!" urlo di nuovo.
"Arrivo!"
Scende velocemente le scale, indossa il giubotto e mi fa segno con la testa di uscire.
Entro in macchina, e arriviamo in 10 minuti al negozio.
LEGGETE SOTTO🙇
Posto stasera✋❤
Read more
Ad un certo punto arrivò lei,la mia best. Fra:sorpresaaaaaa<span class="emoji emoji1f604"></span> Io:fra che ci fai qui avevi detto ...
Media Removed
Ad un certo punto arrivò lei,la mia best. Fra:sorpresaaaaaa Io:fra che ci fai qui avevi detto la prossima settimana! Fra:lo so ma quando te lo ho detto ero in macchina Io:non ci posso credere di quanto sei tremenda Fra! Dalla tasca tirò fuori un saccgettino di cuoio con delicatezza ... Ad un certo punto arrivò lei,la mia best.
Fra:sorpresaaaaaa😄
Io:fra che ci fai qui avevi detto la prossima settimana!
Fra:lo so ma quando te lo ho detto ero in macchina 😊
Io:non ci posso credere di quanto sei tremenda Fra!💟😂
Dalla tasca tirò fuori un saccgettino di cuoio con delicatezza e lo apri e disse
Fra:per farti capire ke sono sempre con te💕😘
Era un braccialetto dell'amicizia,sapeva che gli amavo e non per niente con lei a casa be ho contati 38😉 ma nessuno di quelli era significativo come quello con la forma dell'infinito
Io:mq Fra io lo so che mi vuoi bene!💟questo braccialetto lo metterò OGNI giorno e per non dimenticarmelo mai anche ogni notte🌛 e gli diedi un bacio sulla guancia
Mirko:heyyy ragazze esisto anche io qui dietro🙋
Fra:oh Mirko😳😍
Un selfie perfavore📷
Mirko:si venditrice di case
Io:hey ora basta✋😒
Mirko:nkn sarai mica gelosa Merlino
Io:macche figurati gelosa io,ah bella questa👽
Fra:vedo che avete fatto dei buoni rapporti venite al parco assieme
Io e Mirko:non farti strane idee😤
Fra:si si calmini piccioncini😹
Io e Mirko cominciammo arincorrerla per prenderla e fargli qualcosa ma lei era furba e io e Mirko ci stancammo subito
Fra:già finito?!😰
Io e Mirko:ci vendicheremo😡😠
Fra:sese fin che correte cosí!
Io:mica ci dobbiamo vendicare propruo quando te lo aspetti!
Mirko:okay abbiamo capito andiamo a casa
Andammo tutti a casa mia
Mamma:hey hey hey come va ragazzi?
Noi:bene dai
Mamma:dalle facce sembra che avete appena corso
Io:in effetti...
Mamma:allora Denuse cge ne dici se invitiamo anche tutta la famiglia Trovato oltre a quella di Fra per cenare?
Io:brava mamma ottima idea Mirko va subito a dirlo alla sua famiglia mentre io e Fra ci cambiamo ok Mirko?
Mirko:ok va benissimo
Io e fra ci andammo a cambiare e suonò il campanello entrarono tutti e per ultimo Mirko. Dalla tasca usciva una catenina di argento la fissai e quando si accorse che usciva e che la guardavo diventò rossissimo e la rimise in fretta in tasca.
*a cena mentre tutti parlavano e io e Mirko vicini che non dicevamo niente*
Io:okay mi sono rotta di aspettare cos'era quella catenina?Diventò tutto rosso e rispose
Mirko:no no niente...
vi é piaciuto?prossimo a 9like
Read more
Qualcuno mi ha detto che uno dei modi di dire degli olandesi è: non siamo fatti di zucchero! L’ho trovata ...
Media Removed
Qualcuno mi ha detto che uno dei modi di dire degli olandesi è: non siamo fatti di zucchero! L’ho trovata geniale questa frase, del resto chi ha paura di qualche goccia d’acqua non si è mai posto davvero il problema dell’avere come mezzo solo una bicicletta. Io ho venduto la mia macchina ormai ... Qualcuno mi ha detto che uno dei modi di dire degli olandesi è: non siamo fatti di zucchero! L’ho trovata geniale questa frase, del resto chi ha paura di qualche goccia d’acqua non si è mai posto davvero il problema dell’avere come mezzo solo una bicicletta. Io ho venduto la mia macchina ormai 6 anni fa e da allora viaggio in bicicletta. In famiglia abbiamo una macchina è vero, ma è quasi sempre fuori casa, quindi in qualche modo mi sono dovuta arrangiare in questi anni. L’ho fatto con piacere (altrimenti non avrei venduto la mia macchina) e con consapevolezza che un altro modo di spostarsi ma soprattutto di vivere è possibile. Tante volte ci preoccupiamo dei grandi gesti che rivoluzionano le nostre vite quando, a ben guardare, sono soprattutto i piccoli che fanno la differenza.
.
P.s. Sto meditando di portare il carrellino nella nostra quotidianità, avete esperienze in merito? Cosa mi suggerite?
.
Foto e citazione di @bric70
.
#girolibero #ad #biciefamiglia #biciebarca #nicepeoplelovecycling #scopriolanda #thisisholland #viaggidiFederchicca #exploretocreate #takemoreadventures #darlingdaily #wheream_i_la #travelkids #kidstravel #travelwithbaby #travelwithfamily #wearefamily #happybaby #pursuepretry #myhotlist #adventurevisuals #mytinyatlas #lookslikeafilm #keepitwild #iamtraveler #discoveryearth #agameoftones #searchwandercollect #dametraveler #sheisnotlost
Read more
Quasi un anno fa per me iniziava la mia nuova vita, cambiavo città, cambiavo casa e i punti interrogativi ...
Media Removed
Quasi un anno fa per me iniziava la mia nuova vita, cambiavo città, cambiavo casa e i punti interrogativi nella mia testa e nel mio cuore erano tanti, tantissimi! Ricordo benissimo il primo giorno qui, dovevo sistemare la mia stanza ero presa dalle mie cose, e tu eri in cucina a studiare con ... Quasi un anno fa per me iniziava la mia nuova vita, cambiavo città, cambiavo casa e i punti interrogativi nella mia testa e nel mio cuore erano tanti, tantissimi! Ricordo benissimo il primo giorno qui, dovevo sistemare la mia stanza ero presa dalle mie cose, e tu eri in cucina a studiare con i tuoi amici quando ad un certo punto sei venuta da me dicendomi “se hai bisogno di qualcosa non esitare a chiedere”
Non avevo idea di chi tu fossi, eri solo una delle mie coinquiline e non sapevo nulla di te, finché poi a sera parlando della casa mi hai detto “questa è casa mia”, ok, eri la regina della casa! Abbiamo capito di avere tante cose in comune sin da subito, e da lì è stato tutto un crescendo, le feste universitarie, le uscite, i giri in macchina fino a notte fonda (mattina praticamente) i giochi e le risate..te la ricordi quella sera al convitto quando il tuo amico vedendoci così legate disse “voi siete come RAK, sorelle, sorella maggiore e sorella minore” ci aveva visto lungo..mi hai sempre protetta e difesa, e in qualche modo lo facevo anche io con te, quante volte ho provato a farti la morale, o a “sgridarti” per qualcosa? Ma tanto era tutto inutile, tu correvi come un treno e non ascoltavi nessuno, però sapevi bene che in qualunque modo sarebbe andata a finire avresti avuto me al tuo fianco a sostenerti. Ora non voglio dilungarmi perché sai bene che non sono tanto brava con le parole, sappi comunque che io sarò sempre qui, sappi che se pure saremo lontanissime un pezzo del mio cuore sarà sempre con te! Ieri la nostra amicizia abbiamo deciso di tatuarcela, di renderla indelebile, perché è così che è! Ti amo amica mia, ti amo nina, ti amo Rak🖤
#buongiorno
#newtattoo
Read more
Briga: Emma Dissi alzandomi e mettendomi boxer. La sentì vomitare e corsi da lei in bagno. Emma: ...
Media Removed
Briga: Emma Dissi alzandomi e mettendomi boxer. La sentì vomitare e corsi da lei in bagno. Emma: vodka ti odio. Briga: amore vai a letto tu Vidi che non aveva le forze e la presi in braccio e la misi a letto. Briga: riposati amore che io sistemo la casa e poi vado a prendere Chiara La coprì ... Briga: Emma
Dissi alzandomi e mettendomi boxer. La sentì vomitare e corsi da lei in bagno.
Emma: vodka ti odio.
Briga: amore vai a letto tu
Vidi che non aveva le forze e la presi in braccio e la misi a letto.
Briga: riposati amore che io sistemo la casa e poi vado a prendere Chiara
La coprì e riordinai la casa. Prima di pranzo andai a prendere Chiara dai miei e quando mi vide mi corse in braccio. Salimmo in macchina le allacciai la cintura e andammo a casa.
Briga: amore mio la mamma dorme quindi vai a giocare nella stanzetta che io cucino
Mi toccava fare di tutto in questo periodo Emma stava male, aveva un pò esagerato e mi sentivo un pò in colpa per non averla fatta smettere. Quando la pasta era a tavola andai a chiamare Emma che dormiva profondamente e non si voleva svegliare. Presi Chiara che mi mostrò il bellissimo disegno che le feci attaccare in altro sul frigo.
Chiara: aeloprano
Mi misi a ridere, accessi la tv e le diedi da mangiare. Incominciai a tossire quando mi ricordai che domani mi iniziava il tour di Never Again, me ne ero completamente dimenticato.
Emma: buongiorno
Chiara: mamma disegno alto
Emma: sei bravissima
Disse dandole un bacio in fronte, si avvicinò alla pentola e mangiò da lì.
Briga: come ti senti?
Emma: molto meglio, tra due anni se ne parlerà di fare una serata come quella di ieri
Disse sorridendo
Briga: vuoi un aspirina?
Disse abbracciandola da dietro
Emma: si
Disse girandosi e dandomi un bacio. Gli feci l aspirina e gliela diedi.
Chiara: papi io pure
Briga: cosa?
Chiara: bacio a papi
Briga: ma che dici se andiamo a dormire?
Chiara: cartone
Briga: andiamo
Dissi prendendola in braccio e facendole l aeroplano. Ci mettemmo nel letto a guardare i cartoni, quando vidi che era attenta andai da Emma.
Emma: si è addormentata?
Disse asciugando i piatti. Mi misi accanto a lei e la guardai
Briga: Domani incomincio il tour
Continuo...
Read more
CAPITOLO 13 Bea : ehm *vedo Bea che ha il viso preoccupato (vedi foto) * Io : Bea mi stai facendo ...
Media Removed
CAPITOLO 13 Bea : ehm *vedo Bea che ha il viso preoccupato (vedi foto) * Io : Bea mi stai facendo preoccupare Bea : sono arrivata qui al parco e ... Io : cosa ? Bea : e ho incontrato Federico Io : quindi ? Bea : aspetta fammi finire Io l'ho salutato e lui....lui mi ha baciata Io : cosaaaaaa ... CAPITOLO 13
Bea : ehm
*vedo Bea che ha il viso preoccupato (vedi foto) *
Io : Bea mi stai facendo preoccupare
Bea : sono arrivata qui al parco e ...
Io : cosa ?
Bea : e ho incontrato Federico
Io : quindi ?
Bea : aspetta fammi finire
Io l'ho salutato e lui....lui mi ha baciata
Io : cosaaaaaa ?
Bea : e la cosa peggiore è che Daniele Rampello ci ha visti
Io : quindi che c'entra Daniele ?
Bea : sai non l'ho detto a nessuno ma io e Daniele siamo fidanzati
Io : cosaaaaaa ? Ma tu sai che quello mi odia ? Non sai che fa di tutto per sabotarmi ?
Bea : ma lui è cambiato
Io : si per questo ieri l'ho visto che si baciava con Lucrezia ?
Bea : cosa ?
Io : Bea questo da te non me l'aspettavo *me ne vado*
Bea : ti prego aspetta
Ti prego vieni *torno a casa di Ele*
Mentre vado incontro Saul così andiamo tutti e due a casa di Ele e mentre entriamo vediamo che Ele e Leo si stanno baciando
E Leo comincia a levarsi la maglietta *io scappo in lacrime* *Leo mi vede*
Leo : Azzurra aspetta
Saul : complimenti non pensavo che il mio migliore amico mi tradisse così con la mia fidanzata *anche Saul se ne va* *Ele si ammutolisce*
Mentre corrro via in lacrime Saul mi raggiunge
Saul : tutto ok ?
Io : grazie di essere qui
Saul : figurati . Siamo nella stessa situazione
Io : tanto noi non eravamo fidanzati quindi stai peggio tu
Saul : non credo si era capito che vi amavate tantissimo
Ho capito che ti piaceva da quando ti ho visto . Lo guardavi con quegli occhi ....li stessi con cui io guardavo... Io : Ele ?
Saul : no.... Io : Bea ?
Saul : no prova ancora
Io : ma
Saul : te *Saul mi bacia in mezzo alla strada sotto la pioggia e mi copre con la sua giacca sembrava un film romantico*
Io : attenzione arriva una macchina *mi prende in braccio come fossi una principessa e mi porta a casa sua*
Saul : tranquilla i miei genitori sono partiti per un mese siamo soli io e te ♥
Io penso {con le ragazze ci sa proprio fare} *guardiamo la tv io imbraccio a lui ceniamo e diventa sera tardi così andiamo nel letto matrimoniale e ci addormentiamo mano nella mano* < intanto a casa di Ele > ...continuo quando @thatdisneystar arriva a 3220 se vuoi leggere il seguito corri a seguirla ♥
Read more
• HO FAME • Io e Ale stiamo tornando a casa e ho appena sentito il mio stomaco brontolare nonostante ...
Media Removed
• HO FAME • Io e Ale stiamo tornando a casa e ho appena sentito il mio stomaco brontolare nonostante la musica alta in macchina. Guardo queste zucchine ripiene e mi sento svenire. Aiutatemi. • HO FAME •
Io e Ale stiamo tornando a casa e ho appena sentito il mio stomaco brontolare nonostante la musica alta in macchina. Guardo queste zucchine ripiene e mi sento svenire. Aiutatemi.
“Te la suoni e te la canti” Assolutamente si! Parliamoci chiaro: se non ci piacciamo noi per prime, ...
Media Removed
“Te la suoni e te la canti” Assolutamente si! Parliamoci chiaro: se non ci piacciamo noi per prime, se non ci mettiamo al primo posto, se passiamo il tempo a scusarci per i rotolini o per la casa in disordine, per la macchina “sporca”, continueremo a mettere non gli altri sempre e prioritariamente ... “Te la suoni e te la canti”
Assolutamente si!
Parliamoci chiaro: se non ci piacciamo noi per prime, se non ci mettiamo al primo posto, se passiamo il tempo a scusarci per i rotolini o per la casa in disordine, per la macchina “sporca”, continueremo a mettere non gli altri sempre e prioritariamente in primo piano che sarebbe di un altruismo religioso e zen di quelli votati al sacrificio, bensì il giudizio altrui immaginato da noi in primo piano. Che non conta niente.
Pensa: che c’importa se qualcuno pensa che siamo rotolose? Che male facciamo all’universo se la macchina non è linda e splendolucente? Quale legge violiamo se a qualcuno non piace come ci vestiamo?
Niente, nulla e nessuno.
I giudizi e opinioni altrui esistono e sono leciti. Quel che non è lecito, o perlomeno sano, è il peso che gli diamo noi. Perché la persona più importante della nostra vita siamo noi stesse, non gli altri e tantomeno gli sconosciuti o conoscenti.
Ci sono gli amori, i familiari, i figli e gli amici, ma la tua persona sei tu perché il mondo è centripeto: lo guardiamo sempre coi nostri occhi. Se sei figa con te stessa sarai figa verso gli altri. Non tutti, ma quelli che contano per te e che ti vogliono bene.
In aereo prima di aiutare anche un bambino devi prima indossare la mascherina dell’ossigeno tu perché se non hai ossigeno non gli sarai d’aiuto e non è egoismo: è pragmatismo.
.
Ossígenati.
Suonatela e cantatela: la tua meta sei tu. E sei per molti sei “strana”, be’: è un problema loro.
.
Stay strana, stay figa.
Stai libera.
.
.
Foto by @estetistacinica
Mantella a fiori di @maison39
Bracciale @g_r_a_n_d_m_o_t_h_e_r_
#libertyisland🗽
Read more
A 14 anni rubavo di nascosto il ktm a mio fratello per andare nel campo davanti a casa.. (mio padre era mio complice e lui mi ha insegnato a fare motocross)..a 15 ho puntato la macchina a mia mamma ma beccata più volte non mi è più stato possibile anche se avrei potuto farlo tranquillamente..a ... A 14 anni rubavo di nascosto il ktm a mio fratello per andare nel campo davanti a casa.. (mio padre era mio complice e lui mi ha insegnato a fare motocross)..a 15 ho puntato la macchina a mia mamma ma beccata più volte non mi è più stato possibile anche se avrei potuto farlo tranquillamente😂..a 16 giravo per i parcheggi dei centri commerciali di notte imparando sempre di più a guidare la macchina, a 18 finalmente mi sentivo libera di guidare ciò che volevo.. devo dire che guidare le macchine e le moto è in assoluto la cosa che più mi piace nella mia vita. Una passione da quando sono piccolina.. si sono una maschiaccia ho preso da mia mamma 😜 e voi?preferite la moto o la macchina? #lamborghinihuracan #fasano #passion #love ♥️
Read more
Il grande giorno è arrivato. Sto davvero diventando grande. Ricordo quando mia madre mi ha dato ...
Media Removed
Il grande giorno è arrivato. Sto davvero diventando grande. Ricordo quando mia madre mi ha dato le chiavi di casa per la prima volta...ero emozionata e mi ricordo che mi sono sentita importante. Poi sono arrivate le chiavi della macchina, della mia macchina. Dire che ero orgogliosa di ... Il grande giorno è arrivato. Sto davvero diventando grande.

Ricordo quando mia madre mi ha dato le chiavi di casa per la prima volta...ero emozionata e mi ricordo che mi sono sentita importante.
Poi sono arrivate le chiavi della macchina, della mia macchina. Dire che ero orgogliosa di me stessa è poco.
E poi...eh....poi ho avuto in mano le chiavi di tre negozi diversi...tante responsabilità , tante soddisfazioni.

Ma oggi sono arrivate loro, le chiavi di casa...le chiavi della nostra casa.
Le chiavi piu belle e le piu importanti che, ad oggi, mi rendo conto di aver avuto tra le mani.
Che la nostra realtà abbia inizio. ❤

#finalmentecelabbiamofatta 👫

#welcomehome 🏡
#meandyou
#homesweethome
#iloveyou
Read more
L’ultima volta sei stato tu a scrivermi qualcosa, credo che ora sia il mio turno. Ci siamo conosciuti ...
Media Removed
L’ultima volta sei stato tu a scrivermi qualcosa, credo che ora sia il mio turno. Ci siamo conosciuti per caso, tra i banchi di scuola, tu tornavi da Roma e piano piano la nostra amicizia si è trasformata in qualcosa di più. Da lì,improvvisamente, la mia vita è cambiata radicalmente. La prima ... L’ultima volta sei stato tu a scrivermi qualcosa, credo che ora sia il mio turno. Ci siamo conosciuti per caso, tra i banchi di scuola, tu tornavi da Roma e piano piano la nostra amicizia si è trasformata in qualcosa di più. Da lì,improvvisamente, la mia vita è cambiata radicalmente. La prima relazione seria per entrambi, e poi da li Roma io e te, le tue infinite trasferte dove venivo sempre il più possibile, l’estate e il mare insieme, l’Elba con la vespa, le tue partite, il vivere praticamente insieme, tutte le volte che rimanevamo a piedi perché macchina o motorino ci lasciavano in mezzo alle strade, Pisa a capodanno(potrei stare ad elencarne fino a domani),la condivisione di tutto.. Fino a che ho preso una decisione che ha cambiato sia te che me, abbiamo comunque resistito per molto tempo, tu da casa, io da Londra. Poi improvvisamente le nostre strade si dividono; per consolarci cerchiamo braccia che possano farci stare bene come stavamo io e te. Ma così, mai è stato, perché nessuno poteva prendere il posto dell’altro. So di aver fatto tanti errori, ma una cosa è certa, dopo tutto questo tempo, dopo essere cresciuti insieme, dopo averne passate di tutti i colori, posso dire che sono immensamente innamorata di te, come non sono mai stata. Ti amo bambino mio
Read more
Questa sarà CASA per qualche giorno in Francia. Mi trovo a Saint Gervais... qualche ora di macchina ...
Media Removed
Questa sarà CASA per qualche giorno in Francia. Mi trovo a Saint Gervais... qualche ora di macchina ma sono arrivata sana e salva. Qui piove con il sole proprio come dice la canzone di Mengoni che forse si avvicina molto a quello che penso in questo momento o quello che vorrei dire. Primo viaggio ... Questa sarà CASA per qualche giorno in Francia. Mi trovo a Saint Gervais... qualche ora di macchina ma sono arrivata sana e salva. Qui piove con il sole proprio come dice la canzone di Mengoni che forse si avvicina molto a quello che penso in questo momento o quello che vorrei dire. Primo viaggio senza meta, valigia in spalla, fascetta in testa e la mia macchina fotografica, mancano solo Queen ed Audrey ♥️ Marta
Read more
A spiral staircase that for a morning transported me back in time. . . . Stamattina sono stata in ...
Media Removed
A spiral staircase that for a morning transported me back in time. . . . Stamattina sono stata in questa casa. Una casa vecchia di secoli immersa nelle colline modenesi. Dovevo recuperare delle cose perché la devono svuotare. È stato come avere un grande mercatino a mia disposizione. ... A spiral staircase that for a morning transported me back in time.
. . .
Stamattina sono stata in questa casa. Una casa vecchia di secoli immersa nelle colline modenesi. Dovevo recuperare delle cose perché la devono svuotare.
È stato come avere un grande mercatino a mia disposizione. E io amo poter ridare nuova vita a cose che sono state amate da altri e che hanno una storia, anche se spesso dimenticata.
Ma la cosa che amo di più è ascoltare le persone che ci vivono o ci hanno vissuto.
Questa casa è stata una scuola, è stata un negozio, è stata una sartoria.
Quante vite ha accolto nei secoli...
Bam! In un attimo sono stata trasportata indietro nel tempo!
Ed è stato difficile tornare.
Purtroppo non avevo con me la macchina fotografica e questa è l’unica foto che sono riuscita a scattare. La scala a chiocciola, costruita in un blocco unico di pietra.
Mai visto niente del genere.
Una scala della memoria. Ora il mio pensiero fissò è tornare qui, un giorno.
.
.
.
#mymagicalmorning #feliceadesso #treasuringlittlememories #candidchildhood #naturally_imperfect #ritrovailbello
#faidellordinariounapoesia
#myhappyviews  #ourwhimsicaldays
#capturethequiet #vivodiparticolari #curated_nature #lessenzialevisibilealcuore #rincorrerelabellezza #simplethingsphylosophy #dietroadognifotounastoria #viaggiaresottocasa #kindlecuriosity #savourtheseasonalshift #folkandstory #whimsicalwonderfulwild
Read more
Uffa ma quante foto fai mamma!!! Tante, tantissime. Quando sono in vacanza o comunque in qualche ...
Media Removed
Uffa ma quante foto fai mamma!!! Tante, tantissime. Quando sono in vacanza o comunque in qualche posto nuovo non posso non scattare e fermare in uno scatto tutto ció che vedo. I miei bambini, case, strade, fiori, colori, portoni e finestre.. tutti sbuffano mentre io sono felice e assorta, ... Uffa ma quante foto fai mamma!!!
Tante, tantissime. Quando sono in vacanza o comunque in qualche posto nuovo non posso non scattare e fermare in uno scatto tutto ció che vedo.
I miei bambini, case, strade, fiori, colori, portoni e finestre.. tutti sbuffano mentre io sono felice e assorta, mi prendono in giro, ma poi quando siamo a casa sono i primi a dirmi “mi fai vedere le foto?”.
Peró mi piace anche poi fermarmi, riporre la macchina fotografica e rubare con gli occhi.
Qui a #Peschici ho fatto entrambe le cose e ho costretto Lori a fare fa fotografo❤️
Voi che fate, preferite scattare o semplicemente guardare?

Meravigliosamente #Puglia

#pinkfrilly #gargano #peschici #peschicilifeisbeautiful #yallerspuglia #puglia_city #visitpuglia #amolapuglia #amofotografare #tiraccontounastoria #abmlifeiscolorful #acolorstory #lebellegiornate #felice #travelmoms #travelwithkids #frillyfamily #frillyfamilyinvacanza #leggerezza #igerpuglia
Read more
Sono qui, in centro. Ho saltato la seduta dallo psichiatra perché non ce la facevo a rimuginare oggi.. ...
Media Removed
Sono qui, in centro. Ho saltato la seduta dallo psichiatra perché non ce la facevo a rimuginare oggi.. E mi sono andata a fare un giro. Ho fallito. Stamattina sono uscita di casa, panico, svengo. Mi raccoglie un signore e mi mette seduta. Chiamo mio padre, mi tira su, mi porta a casa. Mia madre ... Sono qui, in centro. Ho saltato la seduta dallo psichiatra perché non ce la facevo a rimuginare oggi.. E mi sono andata a fare un giro.
Ho fallito.
Stamattina sono uscita di casa, panico, svengo. Mi raccoglie un signore e mi mette seduta. Chiamo mio padre, mi tira su, mi porta a casa. Mia madre blaterava di inviare un messaggio alla preside per dirle che stavo a casa e cosa fosse successo, mio padre era preoccupato, la mia migliore amica anche, aveva capito da quando mi ero svegliata che non ce l'avrei fatta, che sono mentalmente stremata.
Resto a casa, mi metto a letto, di nuovo nel rifugio. Continuo a pensare al muffin. Mi dico che non ho avuto motivo di mangiarlo, che visto che sono rimasta a casa non mi merito quelle energie.
Salto la merenda. A pranzo inganno mio padre, grattugio 12gr di parmigiano su delle verdure al sugo, ingoio qualche chicco di melograno, e poi mi richiudo in camera.
Penso a quello che ho fatto, mi dico "che stupida sei", a merenda nel pomeriggio provo a rimediare. Mangio uno yogurt, del melograno... E poi non mi fermo più. Una banana enorme, uno spicchio di pera, due kiwi, due pomodori, un kaki mela, aperto e mangiato a morsi, come un animale...
Afferro la bottiglia del latte, come facevo una volta... Bevo, bevo fino a scoppiare, poi corro in bagno. Neanche mi son dovuta mettere due dita in gola..
Esco di casa, papà mi aspetta giù in macchina, mi lascia davanti allo studio dello psichiatra, ma le gambe mi tremano, devo muovermi, devo rimediare, devo camminare...
Adesso sto tornando a casa, non ce la faccio a cenare, dico la verità. Domani ripartirò da zero, se ce la faccio, il fatto è che sono stremata da me stessa. Voglio andare via da qui.
Mamma mi ha chiamato, mi ha calmata, mi ha fatto capire che la chiamata da Todi arriverà prima di quanto penso. Forse non me lo vogliono dire ma qualcosa sanno..
Mi sento una merda perché non riesco mai a rispodere ai vostri commenti e messaggi, ma io ogni giorno sento che manca sempre meno verso il baratro.. Mi impegno ad andare avanti ma devo sempre tenere a bada il mio istinto di autodistruzione e non ci riesco tutte le volte.. Come oggi, che è stata una vergogna...
Non so se domani posterò,
Read more
Qualcuno si diverte a farmi gli scherzetti? Non è grave il danno, ma il gesto. Perché che una persona ...
Media Removed
Qualcuno si diverte a farmi gli scherzetti? Non è grave il danno, ma il gesto. Perché che una persona non possa stare tranquilla a lasciare la macchina fuori da casa propria, senza metterla in garage, non esiste e non deve esistere. Se qualcuno ha qualcosa da dire ho una faccia verso cui ... Qualcuno si diverte a farmi gli scherzetti?
Non è grave il danno, ma il gesto.
Perché che una persona non possa stare tranquilla a lasciare la macchina fuori da casa propria, senza metterla in garage, non esiste e non deve esistere.
Se qualcuno ha qualcosa da dire ho una faccia verso cui parlare, gesti simili sono solo per i codardi.
Ciao ciao Conigli 👋🏻
#coniglioèsinonimodicoglione
Read more
"Mi puoi portare a casa questa sera? Abito fuori Modena, Modena park" Ti porterei anche in America ...
Media Removed
"Mi puoi portare a casa questa sera? Abito fuori Modena, Modena park" Ti porterei anche in America Ho comperato la macchina apposta E mi ero già montato la testa! #macchinanuova #fiat500 "Mi puoi portare a casa questa sera?
Abito fuori Modena, Modena park"
Ti porterei anche in America
Ho comperato la macchina apposta
E mi ero già montato la testa! #macchinanuova #fiat500
Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo Credo in poche cose ma ci credo fino in fondo Amo irresponsabilmente ...
Media Removed
Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo Credo in poche cose ma ci credo fino in fondo Amo irresponsabilmente tanto che non riesco a smettere Sinceramente io rifarei tutto, i passi falsi e litigare Fare di una macchina la casa in cui abitare Stringerti ed avere la certezza che ti sto per ... Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo
Credo in poche cose ma ci credo fino in fondo
Amo irresponsabilmente tanto che non riesco a smettere
Sinceramente io rifarei tutto, i passi falsi e litigare
Fare di una macchina la casa in cui abitare
Stringerti ed avere la certezza che ti sto per perdere
Un’altra volta #stupendofinoaqui #3 🌹🎈
Read more
M Y F I A T 5 0 0 <span class="emoji emoji1f697"></span> <span class="emoji emoji2764"></span>️ ....... Quattro cose dicono alla gente com’è un uomo: la sua casa, la sua macchina, ...
Media Removed
M Y F I A T 5 0 0 ️ ....... Quattro cose dicono alla gente com’è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe ..... #️⃣ #redsunset #sunset #sunsets #sun #sunrise #_romamia_ #instagram #instasunset #instasunsets #instalike #instadaily #instamood #instatraveling #instaday ... M Y F I A T 5 0 0 🚗 ❤️
....... Quattro cose dicono alla gente com’è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe ..... #️⃣ #redsunset #sunset #sunsets #sun #sunrise #_romamia_ #instagram #instasunset #instasunsets #instalike #instadaily #instamood #instatraveling #instaday #picoftheday #picofday #pictureoftheday
Read more
Quattro cose dicono alla gente com’è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe.. #like ...
Media Removed
Quattro cose dicono alla gente com’è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe.. #like #lovemycar #suzuk #alto2000 #ledblu Quattro cose dicono alla gente com’è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe..
#like #lovemycar #suzuk #alto2000 #ledblu
La mia macchina e la mia casa
Media Removed
La mia macchina e la mia casa La mia macchina e la mia casa
Io resto qua Lo so sono sbagliata Ma resto qua Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo Credo ...
Media Removed
Io resto qua Lo so sono sbagliata Ma resto qua Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo Credo in poche cose ma ci credo fino in fondo Amo irresponsabilmente tanto che non riesco a smettere Sinceramente Io rivoglio tutto, i passi falsi e litigare Fari di una macchina la casa in cui abitare Stringerti ... Io resto qua
Lo so sono sbagliata
Ma resto qua
Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo
Credo in poche cose ma ci credo fino in fondo
Amo irresponsabilmente tanto che non riesco a smettere
Sinceramente
Io rivoglio tutto, i passi falsi e litigare
Fari di una macchina la casa in cui abitare
Stringerti ed avere la certezza che ti sto per perdere
Un’altra volta
Stupendo fino a qui
Stupendo fino a qui

#AlessandraAmoroso #adorooo #idola #StupendoFinoAQui♡
Read more
"La mia macchina ondeggia E guardo il sole che albeggia Dovrei tornare verso casa mia Non ho una ...
Media Removed
"La mia macchina ondeggia E guardo il sole che albeggia Dovrei tornare verso casa mia Non ho una casa mia" Occhiali Scuri #wild #svapo #sigarettaelettronica #occhialiscuri #coez #gemitaiz #sun #controluce @biasinphotography "La mia macchina ondeggia
E guardo il sole che albeggia
Dovrei tornare verso casa mia
Non ho una casa mia"
Occhiali Scuri

#wild #svapo #sigarettaelettronica #occhialiscuri #coez #gemitaiz #sun #controluce
📷@biasinphotography
E poi ti ritrovi a pensare alle piccole cose....!!!il piccolo paese,la piccola casa,il piccolo ...
Media Removed
E poi ti ritrovi a pensare alle piccole cose....!!!il piccolo paese,la piccola casa,il piccolo cancello,la piccola macchina,la piccola strada dove sei cresciuto,il solito bar dove andavi da quand'eri piccola...le amicizie quelle vere,quelle che ti riempiono il cuore,che ti fanno ... E poi ti ritrovi a pensare alle piccole cose....!!!il piccolo paese,la piccola casa,il piccolo cancello,la piccola macchina,la piccola strada dove sei cresciuto,il solito bar dove andavi da quand'eri piccola...le amicizie quelle vere,quelle che ti riempiono il cuore,che ti fanno soffrire,ma ti fanno stare bene...!poi c'è la tua piccola famiglia,che ti ha sempre dato tanto,ti ha aiutato quando eri in difficoltà,quando eri smarrita,in un mondo che non conoscevi,quando ti ha sempre sostenuta in tutto!!!È proprio vero che nella vita contano le piccole cose,perché sono quelle che ti fanno sentire viva,che ti fanno soffrire,perché le ami al tal punto,che vuoi che non ti deluderanno mai,perché sono loro che ti hanno aiutata quando ti sei sentita smarrita,persa,ti hanno fatto andare avanti....!!!e le porterrai sempre con te😊😊😊
#piccolecose #paesello #limatola #firstfamily #friendiship #love #
Read more
6 a.m. Bodø Airport In sole 24 ore ne sono cambiate di cose. Pensare che solo il giorno prima ero a ...
Media Removed
6 a.m. Bodø Airport In sole 24 ore ne sono cambiate di cose. Pensare che solo il giorno prima ero a casa e salutavo i miei familiari perché di li a poco avrei preso l’autobus per Fiumicino e neanche 24 ore dopo ero al circolo polare artico, completamente da solo, a precisamente 3.964 km da casa, ... 6 a.m. Bodø Airport
In sole 24 ore ne sono cambiate di cose. Pensare che solo il giorno prima ero a casa e salutavo i miei familiari perché di li a poco avrei preso l’autobus per Fiumicino e neanche 24 ore dopo ero al circolo polare artico, completamente da solo, a precisamente 3.964 km da casa, ad aspettare un aereo che sarebbe partito 3 ore dopo, quelle 3 ore sono state infernali, piene di pensieri, dubbi.. perché? Beh partiamo dall’inizio. Il Giorno fatidico, l’11 Giugno è arrivato, si parte. Una paura fottuta ma l’adrenalina è a mille. Arrivo a Fiumicino, alle 11:05 prendo il volo DY-1873, direzione Oslo. Il mio programma è quello di arrivare ad Oslo e 3 ore dopo prendere il volo interno per Bodø, e così è stato. Oslo la visiterò al ritorno, nei miei ultimi due giorni di viaggio. Finalmente arrivo a Bodø, dire che sono provato è riduttivo. Il clima completamente diverso, non fa mai notte, la stanchezza, la fame. Ma comunque decido di fare Aereoporto/ Ostello a piedi, anche per farmi una camminata, dato che avevo passato l’intera giornata seduto in aerei e aereoporti. Arrivo in Ostello, finalmente ci sono, ma.. entro in stanza, non era la stanza che mi aspettavo. Camerata da 12, ma il problema non era quello, quanto la sporcizia. Avete visto nelle mie storie che ne ho passate di tutti i colori, fango ovunque, pesce marcio, nulla mi ha mai turbato o schifato, ma quello era troppo. Sarò stato su quel letto per 20 minuti, vestito ed immobile. Così decido di approfittare del sole anche di notte per visitarmi Bodø ed organizzarmi per il giorno successivo. Dovevo ancora prenotare una macchina da affittare alle Isole Lofoten, e con mia grande sorpresa, le macchine erano praticamente tutte prenotate. Senza una macchina il mio viaggio era praticamente finito. Il morale a zero, affamato, erano le 4 del mattino ed ancora dormivo un solo minuto e come se quel giorno fosse tutto contro di me, inizia a piovere. Alle 5 decido di andare in aereoporto,4 ore prima, ma in ostello non ci torno. In aereoporto almeno sarei stato al caldo e al coperto. “Come cazzo faccio senza macchina?!”, Continuavo a ripetermi. Ero ad un passo dalle Lofoten, non potevo arrendermi proprio lì.
Read more
Per un viaggio on the road gli aspetti da organizzare sono tanti. Una delle cose più importanti è ...
Media Removed
Per un viaggio on the road gli aspetti da organizzare sono tanti. Una delle cose più importanti è sicuramente la macchina. La nostra #FiatSpider124 è diventata una compagna di avventure, il mezzo indispensabile con cui macinare chilometri e raggiungere nuove incredibili mete in cui collezionare ... Per un viaggio on the road gli aspetti da organizzare sono tanti. Una delle cose più importanti è sicuramente la macchina. La nostra #FiatSpider124 è diventata una compagna di avventure, il mezzo indispensabile con cui macinare chilometri e raggiungere nuove incredibili mete in cui collezionare ricordi. Quando abbiamo dovuto lasciarla al porto quasi mi è dispiaciuto. Non avrebbe condiviso quelle meraviglie e non sarebbe stata il nostro nido e il nostro porto sicuro per quei giorni. Al nostro ritorno, seduti nuovamente su quei sedili, ci siamo sentiti un po’ come a casa, dritti verso una nuova meta e con un panorama mozzafiato da ammirare lungo la strada. @fiat #ad #fiat #car #EstateItaliana #eleonoramilano #eleosway
Read more
Ciao mamma Anche dopo 12 anni mi ritrovo a scrivere. Scrivo per non lasciare che le parole sulla ...
Media Removed
Ciao mamma Anche dopo 12 anni mi ritrovo a scrivere. Scrivo per non lasciare che le parole sulla carta sbiadiscano col tempo non riuscendo piu a leggerle, scrivo per fare in modo che le parole nella testa non vengano dimenticate. Perché diamo per scontato che ci sia tempo.. E così rimandi. ... Ciao mamma
Anche dopo 12 anni mi ritrovo a scrivere.
Scrivo per non lasciare che le parole sulla carta sbiadiscano col tempo non riuscendo piu a leggerle, scrivo per fare in modo che le parole nella testa non vengano dimenticate.
Perché diamo per scontato che ci sia tempo.. E così rimandi. Ma il tempo non segue logiche.
Un minuto può sembrare al contempo un attimo e un'eternità.
Nella vita quella contro il tempo é una lotta continua e senza fine.
Prima lo sprechi e poi lo rimpiangi.
Prima lo attendi e poi lo ricordi.
Prima lo adori e poi lo maledici.
Il tempo pensi di averlo.. Fin quando non ti sfugge dalle mani.
E ti ritrovi ad andare avanti tornado indietro nei ricordi.
Di quei sorrisi, di quelle risate, e si, anche di quelle litigate..
Perché quando si é bambini si fanno.. E poi si fa la pace.
Di quelle chiacchiere sedute su una sedia in cucina.
Di quei pensieri detti ad alta voce in macchina tornando a casa da scuola.
Di tutte le candeline soffiate ai compleanni.
Di quei pomeriggi in mezzo ai prati.
Di tutti quei momenti condivisi con te guardandoti negli occhi.. e di tutti quei momenti che ho dovuto condividere con te guardando in alto tra le nuvole o le stelle.
É stata difficile sai, trovare le strade giuste, sistemare le cose sbagliate, fare di testa mia senza sapere come fare o dove mi avrebbe portata. Continuare a essere difficile.. Continui a mancare tu.
Anche quando gli anni passati con te affianco saranno minori di quelli di cui ti porto con me ogni giorno, continuerà a sembrare un'eternità fa.. O pochi attimi prima.
Quanto darei per riavere quel tempo rubato per poterlo vivere al meglio.
Quanto darei per riavere indietro te dal tempo.
Ma purtroppo non c'è la possibilità di riavvolgerlo. Quindi non resta che vivere quello che manca fino a quando ci rivedremo.
E ti racconterò tutto quello che non hai potuto vivere con me.
Ti racconterò di come ho fatto tutto perché tu, quando ci rivedremo, sia orgogliosa di quello che sono diventata.
Ti racconterò tutto.. Tanto lì di tempo, ne avremo in eterno.
Ti voglio bene mamma.
Sempre.
#mamma #iloveyoumom #missyou #seeyouagain #mother #inmyheart #heaven #iloveyou #memories #ricordi #tivogliobene #angel
Read more
Deluse da un'insignificante coppa di gelato, torniamo a casa a dormire. Alle 8.50 la sveglia di ...
Media Removed
Deluse da un'insignificante coppa di gelato, torniamo a casa a dormire. Alle 8.50 la sveglia di Paola suona ininterrottamente (l'avrei ammazzata). Nonostante il maltempo decidiamo di partire per la nostra avventura. Destinazione: torre Chianca, torre Lapillo, Porto Selvaggio. Il ... Deluse da un'insignificante coppa di gelato, torniamo a casa a dormire.
Alle 8.50 la sveglia di Paola suona ininterrottamente (l'avrei ammazzata).
Nonostante il maltempo decidiamo di partire per la nostra avventura.
Destinazione: torre Chianca, torre Lapillo, Porto Selvaggio.
Il cielo magicamente di apre; sole e 30 gradi.
Torre chianca spettacolo, una piscina naturale.
Torre Lapillo non da meno peccato la troppa gente, nonostante sia settembre e nonostante la crisi.
Sembrava andasse tutto liscio fino a quando arriviamo a Porto Selvaggio; una coppietta ci avverte della discesa ripidissima lunga 1,5 km. Da ottime atlete che siamo, decidiamo di affrontare questa sfida, la quale si è tramutata in una bella passeggiata tranquilla di 5 minuti.
Acqua spettacolare.
Ma il bello non è ancora arrivato.
Arrivata L' Ora di ritornare, Giorgia dice:" prendiamo questa strada sembra essere una scorciatoia".
Dopo 20 minuti in salita arriviamo ad un'uscita diversa da quella in cui siamo entrate.
Un telefono scarico, un telefono senza internet e 2 km da affrontare su uno stradone.
A Giorgia prende un attacco di prurito a causa di una puntura di granchio (Il granchio forse non c'è mai stato).
Arrivate alle macchina sane e salve.
Spesa fatta, cena finita, il Riobo ci aspetta!
Day four! 🐳🐡
@paola.chiuminatti
Read more
Emma: Quindi domani parti e torni tra un mese Briga: Si Emma: Stai attento Briga: Lo sai che ti ...
Media Removed
Emma: Quindi domani parti e torni tra un mese Briga: Si Emma: Stai attento Briga: Lo sai che ti porterei con me, ma c'è Chiara Emma: e sai anche quanto lei è legata a te e quanto le mancherai Briga: mancherò a lei o a te? Dissi avvicinandomi a lei Emma: a entrambe Disse guardando le mie labbra, ... Emma: Quindi domani parti e torni tra un mese
Briga: Si
Emma: Stai attento
Briga: Lo sai che ti porterei con me, ma c'è Chiara
Emma: e sai anche quanto lei è legata a te e quanto le mancherai
Briga: mancherò a lei o a te?
Dissi avvicinandomi a lei
Emma: a entrambe
Disse guardando le mie labbra, l afferrai per i fianchi ma ci allontanammo perchè arrivò Chiara.
Chiara: papi cartone finito
Briga: amore devo dirti una cosa
Dissi prendendola in braccio e mettendola sopra il tavolo.
Briga: papà deve partire ma torna presto
Chiara: me lo prometti?
Briga: si amore
Dissi abbracciandola.
L indomani mattina mi svegliai e preparai la valigia con l aiuto di Emma.
Emma: Stai...
Briga: Stai attenta tu e per qualsiasi cosa non esitare a chiamarmi. Ho tre tappe a Roma quindi ci vedremo e nell ultima vorrei che cantassimo Schiena.
Emma: va bene
Me ne andai Chiara la salutai con un bacio in fronte mentre dormiva. Fulvio mi aspettava fuori casa con la macchina salì e andammo in aeroporto. Napoli stiamo arrivando ero carico per il concerto.
Fulvio: forse avrei fatto bene a dirtelo prima
Briga: Cosa?
Ludovica: siamo pronti per partire?
Lanciai uno sguardo a Fulvio
Briga: Che ce fa questa qua?
Continuo...
Read more
È questo quello che amo della #fotografia: riesce a cogliere il momento, fermare un’ #emozione. ...
Media Removed
È questo quello che amo della #fotografia: riesce a cogliere il momento, fermare un’ #emozione. E questa foto non ha bisogno di tante #descrizioni, racconta perfettamente la #soddisfazione di chi ce l’ha fatta! Per un #atleta che ama il proprio #sport una delle cose più difficili da affrontare ... È questo quello che amo della #fotografia: riesce a cogliere il momento, fermare un’ #emozione. E questa foto non ha bisogno di tante #descrizioni, racconta perfettamente la #soddisfazione di chi ce l’ha fatta!
Per un #atleta che ama il proprio #sport una delle cose più difficili da affrontare è un #infortunio, soprattutto quando questo ti sbatte in faccia l’eventualità di non poter più toccare quel #pallone. Ed è lì che trova spazio la #passione, quella spinta che ti da la forza di dire “ne vale la pena”. Tutti quei #sacrifici, tutti quei chilometri in macchina, quei #dottori diffidenti, quegli #esami compromettenti: ne sono valsi la pena.
La vita divisa tra l’Università fuori sede e casa tua, le ore piccole per poter incastrare i vari impegni, gli innumerevoli appuntamenti dal #fisioterapista, tutte quelle #lacrime versate e soprattutto quelle trattenute, per sembrare forte agli #occhi degli altri: ne sono valsi la pena.
I rimorsi, i #dubbi, i litigi con quei #genitori che però, puntualmente, erano i primi ad essere presenti e sostenerti: ne sono valsi la pena.
Sono gli #ostacoli come questi che ti aiutano a crescere, a riconoscere i tuoi #limiti, a capire quando superarli e soprattutto quando rispettarli.
Sono in momenti come questi che ti ricordi perché hai fatto tutto questo. Senza momenti difficili non capiresti la tua #forza.
Ora il lavoro da fare per recuperare è tanto, la #determinazione ancora di più. Dopo un anno e mezzo sono pronta per tornare a saltare a vuoto, a sudare per arrivare a raddoppiare quel #muro che sembra essere sempre un po’ più in là, a insaccarmi anche le dita dei piedi, a spigolare ogni #difesa, ad incazzarmi perché non riesco a tirare in posto 5, a dire quei “non posso, ho #allenamento” che non pensavo potessero mancarmi così tanto e ad #esultare ad ogni #punto come se fosse l’ultimo.
Sono tornata: stesso #numero, #squadra diversa, la migliore che mi potesse capitare.
Sono tornata, più forte di prima.
#GoBulls @pallavolopeschiera
Foto: @arilicense #volleyball
Read more
Capitolo 12 <span class="emoji emoji1f495"></span> ~ è notte fonda 🌘, sto per addormentarmi😴 però sento un rumore<span class="emoji emoji1f631"></span> mi sveglio di scatto ...
Media Removed
Capitolo 12 ~ è notte fonda 🌘, sto per addormentarmi😴 però sento un rumore mi sveglio di scatto e corro verso la cucina, prendo un coltello e corro vicino alla finestra.. ~ L: c'è qualcuno? Jordi sei tu? ~ Loreto sarà il vento! dai calmati! 😯 torno al letto e mi addormento pensando a ... Capitolo 12 💕
~ è notte fonda 🌘, sto per addormentarmi😴 però sento un rumore😱 mi sveglio di scatto e corro verso la cucina, prendo un coltello e corro vicino alla finestra.. ~
L: c'è qualcuno? Jordi sei tu? 😱😵😢
~ Loreto sarà il vento!😢 dai calmati! 😯 torno al letto e mi addormento pensando a Jordi😍♥
{ Jordi ♥ }
~ come starà Loreto a casa da sola?😱😭~
J: devo mandarle un messaggio!
|| ciao amore come stai? 😘 tutto bene li a casa?😓|| ~ passano 30 minuti. Ancora non risponde, Jordi inizia a preoccuparsi! 😱~ || mi alzo, mi vesto e scrivo un Biglietto a Marta dicendole che andavo a correre e che stavo via a pranzo.. esco, entro in macchina.. parto e cerco di arrivare il prima possibile a casa sua! 😍😱😢 ||
J: Loreto? ~ MI PRECIPITO IN CAMERA SUA... ~
J: ..... 《 FINE 》 😍😍 Continuo a 40 like ❤♥
~ Scusate se è corto ma così non mi veniva la suspense ~ 😘😘😍
Read more
Risparmiarsi non ha mai portato a niente di buono, alzare l'asticella anche quando i piani sono ...
Media Removed
Risparmiarsi non ha mai portato a niente di buono, alzare l'asticella anche quando i piani sono ambiziosi, dire sempre sì e non rinunciare sono stati il mood di questo viaggio unico. 12 giorni di viaggio 3.309 Km di strade 156.236 passi 7 meravigliose regioni italiane 24 città 0 km ... Risparmiarsi non ha mai portato a niente di buono, alzare l'asticella anche quando i piani sono ambiziosi, dire sempre sì e non rinunciare sono stati il mood di questo viaggio unico.
12 giorni di viaggio
3.309 Km di strade
156.236 passi
7 meravigliose regioni italiane
24 città
0 km di coda ad agosto
1 macchina, che è stata casa, armadio, ufficio e unica costante del nostro viaggio. @lovesuperg
1 compagna, complementare e complice, che ha saputo lasciarsi trasportare dall'istinto quando necessario, ma non perdere mai vista l'obiettivo, senz'altro l'unica che avrebbe potuto accettare tutto con il mio stesso spirito. @sarinaaa7
Abbiamo sperimentato l'ospitalità degli italiani e capito che con la positività puoi fare la differenza, che il sorriso è un'arma potentissima e un'attitudine contagiosa.
Abbiamo percorso strade inaspettate, ci siamo intrufolate nella quotidianità di tante famiglie che ci hanno accolto come figlie, come nipoti e ci hanno trasmesso un amore immenso.

Torniamo a casa con il cuore pieno, con tanti nuovi amici, con la bellezza indescrivibile di un paese che forse non si rende del tutto conto di possederla e con qualche chilo in più, perché agli italiani a tavola non puoi mai dire no e abbiamo imparato che per il dolce c'è sempre posto.
Ci siamo emozionate, abbiamo sentito la vita e non smetteremo di farlo.
Read more
 #buongiorno #amici oggi niente #pappa ma un po’ di #napoli,dalla mia finestra la prima #foto da ...
Media Removed
#buongiorno #amici oggi niente #pappa ma un po’ di #napoli,dalla mia finestra la prima #foto da sotto #casa la seconda e allontanandomi un po’ a piedi e un po’ in macchina #mare e #sole e mille #colori come diceva Pinuccio #napulemilleculure #semplicementenapoli #buonagiornataatutti ... #buongiorno #amici oggi niente #pappa ma un po’ di #napoli,dalla mia finestra la prima #foto da sotto #casa la seconda e allontanandomi un po’ a piedi e un po’ in macchina #mare e #sole e mille #colori come diceva Pinuccio #napulemilleculure 🎶🎶 #semplicementenapoli #buonagiornataatutti cercate di sorridere sempre di prendere le cose un po’ più alla leggera e pensiamo che la vita è una e anche troppo corta ..non ne vale la pena ,sarà che io mi diverto sempre e rido tantissimo da quando mi sveglio a quando vado a dormire ,sono fortunata davvero perché per me questa è la vera ricchezza ,sorrisi e risate a tutti 😜👍🌸💕 #sud #italia #travelphotography #naples #naplesitaly #naples💙 #pictureoftheday #sea #sun #colors #flowers #vitadapartenopei #fotonapoli #casa #home #wiew #viverebene #sorridisempre
Read more
Oggi 29/01/2018 è morta un amica un anima gemella inseparabile compagna di ormai troppe avventure... Una ...
Media Removed
Oggi 29/01/2018 è morta un amica un anima gemella inseparabile compagna di ormai troppe avventure... Una macchina la quale per quasi 3 anni mi ha sempre portato ovunque volessi e sempre riportato a casa sano e salvo, superando ogni genere di macchina in condizioni stradali pietose.... Quel ... Oggi 29/01/2018 è morta un amica un anima gemella inseparabile compagna di ormai troppe avventure...
Una macchina la quale per quasi 3 anni mi ha sempre portato ovunque volessi e sempre riportato a casa sano e salvo, superando ogni genere di macchina in condizioni stradali pietose....
Quel “Fake Taxi” che persino i benzinai ti dicevano che valeva più di una Lamborghini...
I led che ti abbiamo montato io @davi_costa_97 e @omar_larabo
Erano fotonici.
Le serate in disco e a caso creando persino un gruppo in tuo onore “Macchinata Rumena” e le volte che siamo rimasti da soli a dormire in mezzo a parcheggi perché troppo ubriachi per guidare....
@fede_zambo @elii_conti tutte le volte che ti hanno guidato per riportaci a casa..
@davide_ercolani @alessandro_lisi_ @sebastianbusignani @gianmarcocapelli @nicola.fornaciari Gli audio più belli li abbiamo fatti qui dentro.

Quando ti ho presa avevi malapena 110000 km... ti ho fatto fare 40000 km in due anni e mezzo ... i più bei km della mia vita..
Questa non è la Fine ma semplicemente un nuovo Inizio
Le stori da raccontare sono ancora tante, forse troppe per scriverle...
Ma rimarranno ricordi impressi nella mente che non scorderò mai, Grazie di tutto
Fiat Punto _S
Berry❤️
.
.
.
@_elenamuratori dovresti ringraziarla anche te🙈🙉🙊
Read more
Chiude in bellezza Grande Fratello Vip”: 21.90% di share e 3.446.000 spettatori totali. Il momento della vittoria di Walter Nudo ha superato il 41% di share, la trasmissione ha raggiunto picchi di oltre 4.600.000 spettatori totali. Boom tra i giovanissimi con una media del 31.45% di ... Chiude in bellezza Grande Fratello Vip”: 21.90% di share e 3.446.000 spettatori totali.
Il momento della vittoria di Walter Nudo ha superato il 41% di share, la trasmissione ha raggiunto picchi di oltre 4.600.000 spettatori totali.
Boom tra i giovanissimi con una media del 31.45% di share sul target 15-24 anni.
Record anche sul fronte social. L’hashtag #GfVip ha conquistato il podio delle tendenze italiane e mondiali di Twitter. Nel corso dell’ultima settimana, dal 3 al 9 dicembre, sul sito ufficiale di “Grande Fratello Vip” sono state viste oltre 6.200.000 pagine.
Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5: «Si è chiusa ieri una bellissima edizione di Grande Fratello Vip. Per il terzo anno consecutivo dimostra di essere uno dei programmi simbolo della tv moderna capace di divertire e appassionare il pubblico di ogni età, riuscendo a coinvolgere ed estendere il racconto su ogni piattaforma (tv, web e social) ottenendo grandi numeri. Grazie a Ilary Blasi che, con il suo stile inconfondibile, si conferma una sempre più brava padrona di casa, ironica e irresistibile, al sempre più sagace Alfonso Signorini e all'irriverente Gialappa' s band. Grazie a loro, agli autori, capitanati da Andrea Palazzo e a tutta la perfetta macchina artistica e produttiva Mediaset ed Endemol Shine Italy, che ha lavorato incessantemente per tutta la durata del programma. Arrivederci alla prossima edizione». #GFVIP @grandefratellotv
Read more
L'inverno mi piace un sacco: i vestiti pesanti, fare binge watching di serie tv sotto chili di coperte, ...
Media Removed
L'inverno mi piace un sacco: i vestiti pesanti, fare binge watching di serie tv sotto chili di coperte, scaldarsi davanti la stufa a legna arrostendo i marshmallow, tutti i cibi buoni delle feste e...la neve! Ok, io la neve la vedo raramente ma ogni volta, anche se è poca, mi emoziono come ... L'inverno mi piace un sacco: i vestiti pesanti, fare binge watching di serie tv sotto chili di coperte, scaldarsi davanti la stufa a legna arrostendo i marshmallow, tutti i cibi buoni delle feste e...la neve!
Ok, io la neve la vedo raramente ma ogni volta, anche se è poca, mi emoziono come se fossi un bambino che la vede per la prima volta. Come quella volta in cui si mise a nevicare il 31 Dicembre ed ero felicissimo visto che a casa mia non vedevo la neve da più di 15 anni. Solo che poi arrivò la disperazione perché la neve crebbe e crebbe fino a ricoprire le strade e stava quasi per farmi rimanere chiuso in casa. Non essendo attrezzati per la neve non avrei potuto raggiungere i miei amici per poter festeggiare con loro il Capodanno. Anzi, non riuscivo nemmeno a risalire la strada di casa perché le ruote scivolavano!
Ma questa storia ha un lieto fine: anche se con molta difficoltà (e nonostante le preghiere dei miei genitori a non mettermi alla guida con la strada in quelle condizioni) sono riuscito a far partire la macchina e andando piano piano sono giunto a destinazione. Qualche ora dopo la mezzanotte la neve era quasi sciolta (ma non del tutto) e sono riuscito anche a tornare tranquillamente a casa.
#SiamoTuttiMatti #SogniInvernali
••●••
Canon 600D + Canon 40mm
f/2.8, 1/15 sec, ISO 100
••●••
#photography #picofthepast #throwback #FiatPunto #car #snow #snowy #snowtime #snowcar #wintercar #letitsnow #winter #winteriscoming #Huawei #HuaweiMobile #wood #wooden #holiday #holidays #yule #newyearseve #fairylights #candycane #candycanes
Read more
Marzo 2016. Le formiche in casa al tuo arrivo, le minestrine all’acquetta della domenica sera, ...
Media Removed
Marzo 2016. Le formiche in casa al tuo arrivo, le minestrine all’acquetta della domenica sera, i biscotti nel letto, le briciole nelle lenzuole, le cene e le pentole nel letto, i grattini nel letto, le chiavi di casa dimenticate, le colazioni alla fedez, i pianti della domenica sera, sara ... Marzo 2016. Le formiche in casa al tuo arrivo, le minestrine all’acquetta della domenica sera, i biscotti nel letto, le briciole nelle lenzuole, le cene e le pentole nel letto, i grattini nel letto, le chiavi di casa dimenticate, le colazioni alla fedez, i pianti della domenica sera, sara tommasi e le serate al toy room ( per non dimenticare le piante cadute in via veneto), i 20km al giorno, i pianti della mattina prima di andare al lavoro, i viaggi terribili in treno e i viaggi infiniti in macchina, i nostri hangover, le domeniche in coma, i nostri litigi, le urla, le pizze, i nostri segreti, il nostro sopportarci e supportarci seppure siamo una l’opposto dell’altra. Sei la persona che tutti odiano, ma l’amica che tutti vorrebbero. Sei la mia zitella del cuore. Sei la sincerità. Sei il mio amore odio da 25 Anni. Good luck my personal toufique.🍀 La tua dorota 💕
Read more
~ Italiani, Greci, una fazza, una razza ~ Prima o poi doveva succedere e oggi è successo. Nel bel ...
Media Removed
~ Italiani, Greci, una fazza, una razza ~ Prima o poi doveva succedere e oggi è successo. Nel bel mezzo di una città inprovvisamente rianimata dai primi rientri di massa dalle ferie estive, sono salito in macchina e ci siamo diretti all'IKEA. Il primo dato scioccante è stata la quantità di ... ~ Italiani, Greci, una fazza, una razza ~
Prima o poi doveva succedere e oggi è successo. Nel bel mezzo di una città inprovvisamente rianimata dai primi rientri di massa dalle ferie estive, sono salito in macchina e ci siamo diretti all'IKEA. Il primo dato scioccante è stata la quantità di persone che vagavano per i corridoi. Famiglie senza meta disperse negli allestimenti, nonne addormentate sui divani, bambini disperati alla ricerca dei genitori intenti a scegliere il nuovo portasalviette del bagno. Fino ad arrivare alle casse e sentire, nell'attesa dello sfoltimento della fila una coppia di signori sulla 50ina con in mano un nuovo scolapiatti dal nome inpronunciabile dire ad una coppia più giovane, ma anch'essa con un lungo e promettente percorso fidelity nel destino: 《cavolo! Quanta roba avete comprato!》.《Sa signora, abbiamo appena comprato casa...》.《Che bravi! Sapete nostro figlio non si vuol decidere ad andare a convivere con la fidanzata...》. Loro guardavano la giovane coppia con il barlume della speranza e io nel frattempo osservavo con soddisfazione i nuovi bicchieri da cocktail appena comprati per le nostre serate fatte a parlar di filosofia e letture di poesie in ufficio dopo lavoro.
Le coppie effettivamente ormai sono esemplari degni d'essere protetti dal wwf, ma sinceramente, quanto meglio è passare del tempo in ufficio, dopo un'intesa giornata di lavoro, rilassati sul divano ad ascoltare l'ultimo album degli Arctic Monkeys sorseggiando un buon americano in un bicchiere da cocktail dell'ikea senza che nessuno ti stratrituri la minchia?
Ps. Chi si ricorda da che film è tratto la caption di questo post vince un americano in ufficio da noi. #garageraw
Read more
@lisoladipietro 2 si è confermata una fiction di grande successo! È stato un piacere immenso per ...
Media Removed
@lisoladipietro 2 si è confermata una fiction di grande successo! È stato un piacere immenso per me entrare a far parte di questa famiglia già consolidata. Grazie a tutti i compagni di viaggio, davanti e dietro la macchina da presa. Mi sono sentita a casa dal primo giorno. Un grazie speciale ... @lisoladipietro 2 si è confermata una fiction di grande successo!
È stato un piacere immenso per me entrare a far parte di questa famiglia già consolidata.
Grazie a tutti i compagni di viaggio, davanti e dietro la macchina da presa. Mi sono sentita a casa dal primo giorno.
Un grazie speciale a @morandi_official e a Luca e Matilde Bernabei della Lux Vide per la fiducia.
Read more
Giungo finalmente in cima e sono un po' emozionato, ché per un motivo o per l'altro non avevo mai avuto ...
Media Removed
Giungo finalmente in cima e sono un po' emozionato, ché per un motivo o per l'altro non avevo mai avuto occasione. Davanti la piana di Pistoia, le Apuane con dietro la Versilia e la vista che spazia ancora, fino al Tirreno che brilla, con l'Elba, il Giglio e Capraia, così nitide col sole in poppa. ... Giungo finalmente in cima e sono un po' emozionato, ché per un motivo o per l'altro non avevo mai avuto occasione. Davanti la piana di Pistoia, le Apuane con dietro la Versilia e la vista che spazia ancora, fino al Tirreno che brilla, con l'Elba, il Giglio e Capraia, così nitide col sole in poppa. Mi volto ad est, verso profili più familiari e mi percorre il confortante pensiero della mia casa là in mezzo.
Arrivo alla macchina che sta calando il buio, stanco, un po' affamato. Con tutto quello che mi serviva.
Read more
In quattro anni di università in storia la cosa principale che mi è stata chiesta nei miei lavori ...
Media Removed
In quattro anni di università in storia la cosa principale che mi è stata chiesta nei miei lavori sono le fonti, testi sui quali le mie affermazioni si appoggiano. Credo che ormai si sia capito, io non sono una brava storica e con il tempo ho sentito che i documenti non mi bastavano più. Sfruttando ... In quattro anni di università in storia la cosa principale che mi è stata chiesta nei miei lavori sono le fonti, testi sui quali le mie affermazioni si appoggiano.
Credo che ormai si sia capito, io non sono una brava storica e con il tempo ho sentito che i documenti non mi bastavano più.
Sfruttando l’opportunità offerta da una ong ho deciso di buttare via i libri e andare insieme ad altri ragazzi direttamente nei luoghi in cui il conflitto israelo-palestinese si vive quotidianamente.
Sono stata in un campo profughi vicino a Betlemme, sono stata in un campo di beduini, sono stata a Ramallah, centro politico della Palestina, sono stata a vedere il muro che divide Israele dai territori palestinesi.
Ho studiato, tanto, incontrato ambasciatori, professori e consoli sia israeliani che palestinesi, che ci hanno spiegato la storia e le prospettive politiche, nazionali ed internazionali.
Ho capito la difficoltà di far dialogare due parti che in fondo nemmeno riconoscono l’esistenza l’una dell’altra.
Ho capito cosa significa vivere in un paese in guerra.
Però nel campo di beduini ho giocato a calcio coi bambini, un uomo israeliano si è fermato discutere (discutere, non combattere) con noi sapendo che avevamo posizioni diverse, sono entrata nella casa di una vecchietta di Betlemme che ci voleva raccontare che cosa significhi avere dei figli costretti a partire via da una situazione civile che la politica non riesce a migliorare.
Quando al campo profughi mi sono trovata davanti al muro in cemento armato, davanti ai controlli militari quotidiani, davanti ai soldati armati mi veniva da piangere.
Sono rimasta un momento indietro e da dietro una macchina è sbucata una bambina, non parlava inglese ma ha preso le mie mani e mi ha sorriso.
Dall’altra parte (letteralmente), mentre camminavo per la strada un bambino israeliano ortodosso, coi suoi bei boccoli e la sua kippah, mentre suo padre ci guardava con disprezzo mi ha sorriso nascondendosi per non essere visto.
⤵️
Read more
Ti sei mai sentito a disagio perché non avevi soldi? Perché non potevi permetterti di uscire, di ...
Media Removed
Ti sei mai sentito a disagio perché non avevi soldi? Perché non potevi permetterti di uscire, di viaggiare, di svolgere particolari attività che ti rendono felice? Hai mai provato quella sensazione di infelicità a causa della mancanza di soldi pensando: “Se solo li avessi, quanto sarebbe ... Ti sei mai sentito a disagio perché non avevi soldi? Perché non potevi permetterti di uscire, di viaggiare, di svolgere particolari attività che ti rendono felice? Hai mai provato quella sensazione di infelicità a causa della mancanza di soldi pensando: “Se solo li avessi, quanto sarebbe bella la mia vita?” Sono davvero i soldi il grande problema della tua vita, sono davvero i soldi ciò che ti tiene bloccato e forse infelice?
I soldi non sono il problema. Il problema sei tu.

I soldi sono molto importanti. Sono forse uno degli elementi più importanti della nostra vita. Sono la moneta di scambio per qualunque cosa materiale ci serve e a volte sono necessari anche per cose non materiali.
Non sono solo importanti, ma essenziali e indispensabili. Non si può vivere senza, ma ciò che dobbiamo capire è che i soldi sono SOLO UNA CONSEGUENZA a determinati pensieri e azioni. Sono per esempio la conseguenza del nostro lavoro. Quindi possono essere generati.
Che ora tu sia capace di generarne pochi è irrilevante. Devi solo essere d’accordo che i soldi sono una conseguenza a qualcosa.

Se sei d’accordo con questo, sei d’accordo anche che i soldi non sono un problema, ma che il problema sei tu che non sai generarli e ancora di più che non credi nelle tue capacità di generare denaro.

I soldi danno sicurezza e sicurezza di sé stessi. Chi di solito possiede denaro sembra più sicuro di se stesso. Sembra più forte. Si muove nella società più facilmente. Può avere una macchina più bella, una casa più bella, dei vestiti più belli e questo può farlo sentire più sicuro di sé. Può permettersi più cose, quindi ha più scelte e di nuovo questo può influire sulla sua autostima.
Tante persone che non possiedono denaro, in realtà non vogliono il denaro in sé, ma quella sensazione di sicurezza che queste persone hanno. Vogliono sentirsi sicuri di se stessi e pensano che solo quando avranno soldi questo succederà. Vogliono essere più felici e pensano che solo quando avranno soldi questo succederà, ma in realtà non è così perché non sono i soldi a darti questo quanto le tue capacità, quanto la tua reale fiducia in te stesso. 💸🚀📈 #forex #trading
Read more
 #Repost @quielasti ・・・ #Ninasente "La prima volta che vide un cadavere aveva undici anni. «Mettiti ...
Media Removed
#Repost @quielasti ・・・ #Ninasente "La prima volta che vide un cadavere aveva undici anni. «Mettiti da questa parte: il sinistro è il suo lato migliore» aveva detto zia Costanza, appoggiandole le mani sulle spalle ancora strette. «Abbiamo sempre un lato migliore, anche da morti» aveva ... #Repost @quielasti ・・・
#Ninasente
"La prima volta che vide un cadavere aveva undici anni. «Mettiti da questa parte: il sinistro è il suo lato migliore» aveva detto zia Costanza, appoggiandole le mani sulle spalle ancora strette. «Abbiamo sempre un lato migliore, anche da morti» aveva aggiunto.
Docile, Nina aveva guardato il profilo sinistro della nonna: il naso irregolare, la pelle bianca di gesso, le mani intrecciate intorno al rosario. «Vieni, andiamo a salutarla. Di certo vorrai darglielo un ultimo bacio» le aveva sussurrato la zia all’orecchio spingendola in avanti verso la bara.
«Col cazzo» aveva risposto lei prima di scappare fuori da quella stanza in penombra e ritrovare la luce.
Poi basta. Allora aveva deciso che non avrebbe più permesso alla morte di mostrarsi in quel modo. Non avrebbe mai più varcato la porta di quelle camere che chiamano ardenti.

Nina arrivò in ritardo di venti minuti. Lasciò la macchina in seconda fila proprio davanti al portone. Non aveva alcuna intenzione di salire. Non amava quella casa, come non amava l’abitudine dei ricchi di non mostrare i propri nomi sui citofoni dei palazzi.
Scorse i numeri con il dito. 6215.
Esitò un istante.
.....
Quell’odore, una vertigine: limone e qualcos’altro che non aveva mai sentito prima.
Poi lo vide, poco più in là. Stava immobile, supino e scomposto sul marciapiede. Le braccia verso l’alto, come quelle dei neonati che dormono. Le gambe piegate da un lato, la testa dall’altro.
La sagoma di un gigantesco fantoccio di pezza. Un ubriaco sorpreso all’improvviso dal sonno. Un tossicodipendente in overdose. Un disperato. Non era zona di disperazione quella. Era zona di ostentata opulenza.
La strada era deserta e buia. Nina si avvicinò con cautela a quella figura inerte.
Lo riconobbe dai ricci che lo facevano sembrare un ragazzino, dalla barba curata. Indossava camicia bianca e pantaloni grigi. Era vestito da ufficio. Portava calze a righe, senza scarpe.
Lo sguardo attraversava le lenti rotte degli occhiali, appoggiati di sghembo sul naso e fissava un punto lontano, senza vederlo.
Era Guido. Non aveva un lato migliore."
.
questo è l’incipit di Nina sente, il nuovo elasti-libro.
uscirà il
Read more
Vi sto per raccontare una cosa alla quale nemmeno io riesco ancora a crederci: ieri sera, tornando ...
Media Removed
Vi sto per raccontare una cosa alla quale nemmeno io riesco ancora a crederci: ieri sera, tornando a casa, mi sono accorta di aver perso il mio braccialetto di Pandora. Lo avevo desiderato tanto, ma poi nessuno si decideva a regalarmelo, finché la mia amica Elisa @elisalo84 me lo ha inaspettatamente ... Vi sto per raccontare una cosa alla quale nemmeno io riesco ancora a crederci: ieri sera, tornando a casa, mi sono accorta di aver perso il mio braccialetto di Pandora. Lo avevo desiderato tanto, ma poi nessuno si decideva a regalarmelo, finché la mia amica Elisa @elisalo84 me lo ha inaspettatamente regalato per ringraziarmi per un regalo che le avevo fatto col cuore, un regalo che ho sempre fatto a tutte le mie amiche in dolce attesa da quando sono in grado di farlo.
Il bracciale ha un unico charme, quello che mi rappresenta di più, una macchina fotografica. Be’ ieri sera era sparito, lo avevo sicuramente perso in mare, non potete capire com’ero dispiaciuta.
Questa mattina, in riva al mare, lo dico a mia sorella “Silvia, lo sai che ho perso il bracciale di Pandora?” E lei mi risponde “Perché non metti gli occhialini dell’Alice (la mia nipotina più piccola) e provi a cercarlo?” “Ma va Silvia, chissà dove l’ho perso, chissà dove sarà!” “Va be tu provaci!”
Inforco gli occhialini, così stretti da cavarmi gli occhi caspita, ma ci provo, faccio due bracciate e tra i sassi, in un punto in cui sul fondale c’era un po’ di ghiaietta, eccolo lì, il mio bracciale.
Riemergo, lo dico a Giacomo ancora incredula “no, non è possibile!”.
Rimetto la testa in acqua e non lo vedo più. Non è possibile che me lo sia immaginato, no dai.
Rimetto la testa sott’acqua e sposto lo sguardo ed eccolo riapparire. Mi tuffo sott’acqua e lo afferro. Riemergendo urlo come una pazza “l’ho trovato! Ho trovato il bracciale!”
Ragazze questa cosa ha dell’incredibile: poteva essere ovunque ed è rimasto lì una notte intera, ma vi rendete conto?!
Questo è proprio... culo! E concedetemela: diamogli il nome che ha!
Vi è mai capitata una cosa simile?
[per la foto di oggi ringrazio la mia nipote grande @giulia.livraghi03 che col mio iPhone ha scattato e...secondo me ha del talento. Domani me la porto a far qualche foto!] #lasottilelinearosa #letspringyoursoul .
.
.
.
#lorapiubella #tramonto #visitlevanto #cinqueterre #liguria #lestateaddosso #spensieratezza #fortuna #summer4igers
Read more
Central Park Leggendo la sinossi di questo libro, alzi la mano chi non è rimasto incuriosito dalla ...
Media Removed
Central Park Leggendo la sinossi di questo libro, alzi la mano chi non è rimasto incuriosito dalla trama. Un uomo e una donna che si risvegliano sopra una panchina di Central Park a New York e non hanno la minima idea di come ci siano finiti. Lei, Alice, poliziotta parigina reduce da una notte ... Central Park

Leggendo la sinossi di questo libro, alzi la mano chi non è rimasto incuriosito dalla trama. Un uomo e una donna che si risvegliano sopra una panchina di Central Park a New York e non hanno la minima idea di come ci siano finiti. Lei, Alice, poliziotta parigina reduce da una notte con annessa sbronza sui Campi Elisi. Lui, Gabriel, musicista protagonista di un concerto in quel di Dublino la sera prima. Non si conoscono ed incredibilmente sono ammanettati insieme.
Il successivo sviluppo narrativo non rende merito a questo antefatto.
Durante la lettura mi sono chiesto più volte il motivo del grande successo ottenuto da questo libro, soprattutto in Francia. Continui flashback raccontano la vita e le precedenti indagini di Alice, infarcendo il racconto di troppe forzature. Se continuate a leggermi attenzione, perché d'ora in avanti spoilerero' la trama. Ho trovato assurdo il fatto che all'ottavo mese di gravidanza Alice andasse da sola a casa del serial killer, che venisse pugnalata dallo stesso e non ci fosse nessun cenno nella trama del perché non l'avesse uccisa. Di chi la salvo' e come fece a finire in ospedale.
Del fatto che l'assassino seriale venisse poi ucciso da un colpo al capo mentre portava il casco (il famoso maglio perforante di Goldrake?). Fino all'assurda spiegazione dell'intreccio che ci porterà al finale. All'autoincisione dei numeri con un coltello sull'avambraccio dello psichiatra (ma se usava subito la siringa con l'anestetico non faceva prima..?). Fino all'happy end melenso mentre lo stesso psichiatra cambia la ruota della macchina dopo essere stato pugnalato alla spalla la sera prima. Ma per piacere...
Ma fate leggere ai nipoti di zio Macron i nostri Carrisi o De Giovanni se vogliono veramente rimanere affascinati da un romanzo.
Buona domenica.
Read more
1 Gennaio 2019. Poche ore di sonno, la consapevolezza che l’abbinamento TEQUILA SALE LIMONE non ...
Media Removed
1 Gennaio 2019. Poche ore di sonno, la consapevolezza che l’abbinamento TEQUILA SALE LIMONE non porta mai a nulla di buono ed una città quasi deserta dove passeggiare ascoltando le peggiori canzoni degli anni 2000. Trieste è stata sole, freddo, fuochi d’artificio, trombette e continui ... 1 Gennaio 2019.
Poche ore di sonno, la consapevolezza che l’abbinamento TEQUILA SALE LIMONE non porta mai a nulla di buono ed una città quasi deserta dove passeggiare ascoltando le peggiori canzoni degli anni 2000.
Trieste è stata sole, freddo, fuochi d’artificio, trombette e continui brindisi al prosecco.
A questo nuovo anno.
All’oroscopo favorevole.
Alla pizza.
Agli amici.
All’amore.
Ai letti d’albergo con i doppi cuscini.
Ai viaggi in macchina cantando a squarciagola.
Alle braccia che non smettono di stringerci.
Ai traguardi che nemmeno sapevamo esistessero ma che abbiamo raggiunto.
Ai carboidrati.
Al mare.
A chi entra nelle nostre vite e le rende belle come non lo sono state mai.
A chi non ha bisogno di tornare perché non se ne è mai andato.
Ai cambiamenti.
A Frodo che fa le fusa.
Ai pantaloni del pigiama dopo un’intera giornata fuori casa.
Alle colazioni a buffet.
Ai libri della buonanotte.
Agli abbracci inaspettati.
Alle valigie che non si chiudono mai al momento della partenza.
A ciò che speriamo.
A ciò che abbiamo avuto il coraggio di allontanare.
Alle guance che si arrossano.
Ai film guardati con la stufa accesa.
Alle spaghettate ad orari indecenti.
Ai buoni propositi che nessuno rispetta mai.
A questa vita perfetta così come è.
.
.
Buongiorno raggi di sole ☀️.
Da una camera d’hotel con un riscaldamento decisamente troppo alto vi auguro un inizio incredibile.
Meritate il meglio, ognuno di voi.
. ❤️🎆❤️.
.
.
#trieste #trst #piazzaunitaditalia #italia #italiana #italy #volgofriuliveneziagiulia #volgotrieste #yallerstrieste #trieste2019 #capodanno #newyear #christmas #christmastree #piazza #italianbeauty #fotografiasdeinstantes #scatticolorful #fotografi_amo #neverstopexploring #lavitainunoscatto #travelgram #travelgramitalia #magia #amici #happiness #postcard #holiday #firsttrip
Read more
Sono a Milano ma felice di aver passato più di due settimane alle baleari. Mi avete chiesto in molte ...
Media Removed
Sono a Milano ma felice di aver passato più di due settimane alle baleari. Mi avete chiesto in molte di questa piscina, della casa, e della borsa. Dietro a questa bellezza ci sono due storie di donne forti: @morgatta e @estetistacinica. Due vite piene e di successo raggiunto per i loro canoni, ... Sono a Milano ma felice di aver passato più di due settimane alle baleari.
Mi avete chiesto in molte di questa piscina, della casa, e della borsa. Dietro a questa bellezza ci sono due storie di donne forti: @morgatta e @estetistacinica.
Due vite piene e di successo raggiunto per i loro canoni, che mi piacerebbe raccontarvi perché opposti.
.
La Marina Savarese in arte Morgatta vive fra la toscana e Ibiza. È stilista, insegna al Polimoda FI d’inverno e crea e vende fasce e bikini a Ibiza d’estate. Scrive, danza, viaggia. Una che fa questa vita ti dici come fa a stare in una villa così? Esistono modi di vivere che spesso non valutiamo, ma ci sono. Marina abita in una parte della villa e la condivide con altre 5 persone, tutti freelance, tutti nomadi. È un po’ olistico un po’ yoga un po’ shanti un po’ funky, ma col budget per la manutenzione della piscina e la cucina linda. Da adulti, non albergo spagnolo.
.
Cristina Fogazzi in arte L’Estetista Cinica è un’imprenditrice esemplare, di quelle partite dal basso dormendo in bottega con l’incubo dei finanziamenti. Quando l’ho conosciuta nel 2013 aveva già il suo centro avviato, e oggi grazie ai social ma soprattutto la sua intelligenza e imprenditorialità, sta costruendo un impero. E ci sta riuscendo.
Cristina non prende 2 settimane di ferie di fila come me e non passa le sue estati a Ibiza: Cristina lavora come un ciuco. È performante e macina bene ma si fa un culo a quadretti.
.
Anche Morgatta si fa il culo alla macchina da cucire, ma ha deciso, ripeto: ha deciso di fare questa vita per avere più tempo libero di qualità.
.
Marina e Cristina hanno fatto scelte diverse ma consapevoli, per accompagnare il loro stile di vita. Il successo non lo misuri con i soldi anche se servono un sacco, ma con la qualità di vita che hai. E possiamo scegliere, fare un piano e farci il culo perché diventi concreto.
.
Stay morgatta o stay fagiana, ma soprattutto stay consapevole e figa.
Read more
Quando ero bambina mia mamma guidava una cinquecento. La sua era color crema con gli interni in pelle ...
Media Removed
Quando ero bambina mia mamma guidava una cinquecento. La sua era color crema con gli interni in pelle e i finestrini con la manovella. Con quella macchina portava al mare me e mia sorella durante la settimana quando papà lavorava. Quell'auto era diversa dalle altre, anche da quella di papà, ... Quando ero bambina mia mamma guidava una cinquecento. La sua era color crema con gli interni in pelle e i finestrini con la manovella. Con quella macchina portava al mare me e mia sorella durante la settimana quando papà lavorava. Quell'auto era diversa dalle altre, anche da quella di papà, era buffa, piccola; e poi si accendeva con una specie di rituale strano, si girava la chiave nel cruscotto, si tirava la levetta dell'aria e poi quella del motorino elettrico. Era un'arte e non sempre si accendeva a primo colpo. A volte borbottava per poi rispegnersi. Una volta accesa vibrava tutta, faceva un rumore assordante e si partiva. Io seduta nel sedile dietro con Sonia stavo in religioso silenzio per non distrarre mamma dalla guida come ci aveva detto papà e se qualcuno osava suonare il clacson per l'andatura troppo lenta o fare un sorpasso azzardato, dal finestrino partivo con corna e gestacci intimidatori, ma sempre in silenzio. Non avevamo l'aria condizionata nè la chiusura centralizzata o la radio, quando faceva tanto caldo i sedili scottavano e mamma ci diceva di mettere i teli mare sotto per non bruciarci le gambe. Al ritorno a casa tenevamo i finestrini aperti e facevamo le onde con le mani, a volte papà ci veniva incontro, e facevamo strada assieme, lui in scooter dietro, noi in auto più avanti, mamma guidava e noi girate che lo guardavamo e lo salutavamo. #memories #fiatCinquecento
Read more
"La verità è che sono cattivo, ma questo cambierà, io cambierò. È l'ultima volta che faccio cose ...
Media Removed
"La verità è che sono cattivo, ma questo cambierà, io cambierò. È l'ultima volta che faccio cose come queste, metto la testa a posto, vado avanti, rigo dritto, scelgo la vita. Già adesso non vedo l'ora, diventerò esattamente come voi;il lavoro, la famiglia, il maxitelevisore del cazzo, ... "La verità è che sono cattivo, ma questo cambierà, io cambierò. È l'ultima volta che faccio cose come queste, metto la testa a posto, vado avanti, rigo dritto, scelgo la vita. Già adesso non vedo l'ora, diventerò esattamente come voi;il lavoro, la famiglia, il maxitelevisore del cazzo, la lavatrice, la macchina, il cd e l'apriscatole elettrico, buona salute, colesterolo basso, polizza vita, mutuo, prima casa, moda casual, valigie, salotto di tre pezzi, fai da te, telequiz, schifezze della pancia, figli a spasso nel parco, orario d'ufficio, bravo a golf, l'auto lavata, tanti maglioni, natale in famiglia, pensione privata, esenzione fiscale, tirando avanti lontano dai guai, in attesa del giorno in cui morirai."
#trainspotting #beautifulfilm
Read more
Questo è un momento difficile per me, e non saprei davvero da dove iniziare... forse è giusto partire ...
Media Removed
Questo è un momento difficile per me, e non saprei davvero da dove iniziare... forse è giusto partire col dirvi che quella di qualche giorno fa è stata la firma più dolorosa della mia vita. Ero convinto di finire la mia carriera con questa maglia, con il sogno di portarla in serie A con tutti voi, ... Questo è un momento difficile per me, e non saprei davvero da dove iniziare... forse è giusto partire col dirvi che quella di qualche giorno fa è stata la firma più dolorosa della mia vita. Ero convinto di finire la mia carriera con questa maglia, con il sogno di portarla in serie A con tutti voi, ma purtroppo le cose non sempre vanno come vorremmo andassero.
Se si ama veramente una maglia bisogna saper pensare al suo bene e al suo futuro, anche se questo significa accettare delle scelte che non condividiamo, che ci sembrano non ben ponderate e che consideriamo poco rispettose nei confronti di chi ha sempre dato tutto per questi colori, per questa maglia e per questa città, con l’ amore e la dedizione che gli si conviene, ogni singolo giorno.
Nonostante ciò, ringrazio comunque la società per avermi dato la fiducia e la possibilità di essere capitano di questa squadra e di lottare per questi colori. Ringrazio tutte le persone che lavorano all’interno della grande macchina del Perugia: grazie alla professionalità e passione che mettono quotidianamente in tutto ciò che fanno. Grazie ai tifosi, che non hanno mai smesso di sostenerci anche nei momenti più bui. Grazie per avermi fatto sentire a casa con il vostro calore e il vostro affetto. Grazie a chi mi ha criticato, perché mi ha dato modo di mettermi in discussione, di cercare di far sempre meglio, e di capire che dietro alle critiche c’è l’amore incondizionato verso una maglia. Ringrazio le persone che in questi anni mi sono sempre state vicine, nel bene e nel male, con le quali ho passato bellissimi
momenti, e delle quali porterò con me i ricordi, l’amicizia e il rispetto che meritano. Ovunque vada il mio cuore rimarrà per sempre metà grifone...
Infine, GRAZIE PERUGIA, per tutti i meravigliosi momenti che mi hai regalato.
Forza Grifo sempre!!!❤️
Read more
comunque ti volevo dire che non sono la tua padrona, perché non ti possiedo. sei tu che hai scelto ...
Media Removed
comunque ti volevo dire che non sono la tua padrona, perché non ti possiedo. sei tu che hai scelto me e continui a scegliere me ogni sera quando entri sotto le coperte e appoggi quelle zampotte ghiacciate sulle mie cosce, quando appoggi la testa sul cuscino e con quegli occhioni mi guardi e sospiri ... comunque ti volevo dire che non sono la tua padrona, perché non ti possiedo. sei tu che hai scelto me e continui a scegliere me ogni sera quando entri sotto le coperte e appoggi quelle zampotte ghiacciate sulle mie cosce, quando appoggi la testa sul cuscino e con quegli occhioni mi guardi e sospiri come a dirmi “finalmente”, quando la mattina non mi fai appoggiare i piedi per terra, che arrivi con gli occhi che sorridono.
quando ti avvicini e capisco che vuoi combinare qualcosa, ma come si fa ad alzarti la voce, un mio ‘no’ non lo sentirai mai!
quante volte mi è bastato averti tra le braccia ed è sempre passato tutto, quante volte ti ho tenuto la zampa quando pensavo che sarebbe potuto tutto finire, quante volte ho saltato scuola e impegni per portarti in clinica, perché ero io che dovevo sentire quale sarebbero stati gli esiti, e quante volte mi accogli tu dopo giorni che non torno a casa, o come mi accogli quando esco per poche ore?
ti continuerò a portare ovunque, a non riuscire a mangiare un gelato intero perché il cono va a te, a Imola la sera, a girare in macchina e continuerò a far sedere sempre tutti dietro pur di averti accanto, continuerò a difenderti quando mamma e papà ti diranno i 3mila ‘no’ quotidiani, ti difenderò sempre dal vento, dai tuoni, dalla pioggia e dai rumori, cercherò ancora di lottare contro mamma quando ti dirà ‘dai entra nella doccia’, dividerò sempre tutto quello che mangio con te!
Ma per favore non crescere più, fai finta che non hai ancora imparato ad amare abbastanza così resterai con me per sempre!
#seimiasorella #questoèilmiofioreperte
Read more
Ieri dovevo andare a prendere una sim per il mio telefono - tenendo lo stesso numero e tutto. Vado ...
Media Removed
Ieri dovevo andare a prendere una sim per il mio telefono - tenendo lo stesso numero e tutto. Vado in un centro Wind e mi dicono “a chi è intestato? Deve venire l’intestatario” io pensavo fosse mia mamma perché sono minorenne così sono tornata a casa tutta depressa ed è andata lei. Torna dopo ... Ieri dovevo andare a prendere una sim per il mio telefono - tenendo lo stesso numero e tutto. Vado in un centro Wind e mi dicono “a chi è intestato? Deve venire l’intestatario” io pensavo fosse mia mamma perché sono minorenne così sono tornata a casa tutta depressa ed è andata lei. Torna dopo un’ora dicendo che il telefono è intestato a me, io nel frattempo mi sono messa in pigiama, non ho voglia di vivere, così vado in città in pigiama e al centro mi dicono “deve andare in un altro negozio perché col furto non si può fare qui bla bla”. Bene. Dato che non posso chiamare un altro taxi senza cellulare e non posso andare a piedi me lo faccio chiamare da un bar, bevendo in cambio un caffè. Col taxi arrivo in un altro centro dove mi dicono che devo andare prima dai carabinieri. Bene. Altro caffè, altro taxi. Dopo i carabinieri altro caffè altro taxi e finalmente riesco ad andare a prendermi la sim MA SI ATTIVA DOPO DUE ORE QUINDI ALTRO BAR ALTRO CAFFÈ PER TORNARE A CASA. Ho iniziato a dare di matto😂 questa foto è il risultato di una ragazza stanca, piena di caffeina, che parla da sola, in pigiama e che ha visto la macchina delle fototessere e ha deciso di concludere la giornata schifosa** con questo AHAH
—-
Vi è mai capitata una cosa simile?
Read more
Sarebbe bello se tu mi amassi.
Se tu mi chiamassi tra tre minuti esatti.
Se ti arrabbiassi a vedermi ...
Media Removed
Sarebbe bello se tu mi amassi.
Se tu mi chiamassi tra tre minuti esatti.
Se ti arrabbiassi a vedermi parlare con un altro.
Se ti preoccupassi quando fuori è buio e io non sono ancora tornata a casa.
Se ti sfogassi con me.
Se mi scrivessi un poema di quelli leggi e trema.
Se tu volessi andare ... Sarebbe bello se tu mi amassi.
Se tu mi chiamassi tra tre minuti esatti.
Se ti arrabbiassi a vedermi parlare con un altro.
Se ti preoccupassi quando fuori è buio e io non sono ancora tornata a casa.
Se ti sfogassi con me.
Se mi scrivessi un poema di quelli leggi e trema.
Se tu volessi andare a fare l’amore in macchina.
Se mi aspettassi sotto casa ogni domenica.
Se tu mi amassi.
Se ti piacessero i miei capelli.
Se mi prendessi in giro per la mia voce da bambina.
Se fossi l’unica di cui ti fidi davvero.
Se potessimo mangiare un gelato insieme sul letto.
Se i miei occhi ti piacessero.
Se la voglia del mio corpo ti tenesse sveglio.
Se tu volessi cenare con me.
Se tu volessi svegliarti con me.
Se tu volessi prendere un aereo con me.
Se tu volessi camminare accanto a me.
Se tu volessi baciarmi a Natale.
Se tu volessi baciarmi l’8 di ottobre, il 5 di dicembre, il 6 di febbraio, il 12 di agosto.
Se tu volessi baciarmi sempre.
Se fossi la più piccola, la più fragile e la più dolce per te.
Se fossi la più grande, la più incantevole, la più forte per te.
Se tu ridessi pensando a me.
Se ti piacessero le mie gambe.
Se ti piacesse quello che scrivo.
Se ti piacesse quello che dico.
Se ti piacesse quello che non dico.
Se ti piacesse sentirmi cantare.
Se ti piacesse vedermi felice.
Se ti piacessi quanto tu piaci a me.
Sarebbe bello, non c’è dubbio
Read more
 #inktober2018 Day 27: THUNDER . . Qui in Sicilia siamo così poco abituati al maltempo che quando ...
Media Removed
#inktober2018 Day 27: THUNDER . . Qui in Sicilia siamo così poco abituati al maltempo che quando piove o addirittura nevica, perdiamo totalmente il controllo. Si ferma tutto. Ma non solo le scuole e gli uffici o le aziende. Si ferma proprio la vita delle persone. Restiamo proprio storditi, ... #inktober2018 Day 27: THUNDER
.
.
Qui in Sicilia siamo così poco abituati al maltempo che quando piove o addirittura nevica, perdiamo totalmente il controllo. Si ferma tutto.
Ma non solo le scuole e gli uffici o le aziende. Si ferma proprio la vita delle persone. Restiamo proprio storditi, incapaci di intendere e di volere... anche se pur sempre capaci di salire su una macchina e vagare come zombie motorizzati intasando le strade inutilmente.
Quindi, se ti trovi in Sicilia e “trunìa” (senti i tuoni), fatti un favore. Resta a casa.
Non tanto per il maltempo ma per evitare noi che in queste situazioni siamo la vera calamità naturale.
#siculigrafia #calligrafia #calligraphy #inktober #thunder #foldedpen #colapen #rulingpen @inktober #igerssicilia
Read more
"E’ divertente, avevo appena finito di fare festa. Quando Danny mi ha chiamato stavo lasciando ...
Media Removed
"E’ divertente, avevo appena finito di fare festa. Quando Danny mi ha chiamato stavo lasciando l’aeroporto – mia moglie Kayla ed io stavamo tornando dopo aver festeggiato il nostro primo anniversario di matrimonio. Eravamo andati a Miami per un paio di giorni ed ora eravamo di nuovo a Seattle, ... "E’ divertente, avevo appena finito di fare festa.
Quando Danny mi ha chiamato stavo lasciando l’aeroporto – mia moglie Kayla ed io stavamo tornando dopo aver festeggiato il nostro primo anniversario di matrimonio. Eravamo andati a Miami per un paio di giorni ed ora eravamo di nuovo a Seattle, stavamo tornando a casa.
Non ho risposto alla telefonata, forse stavo facendo qualcosa in macchina. Danny ha lasciato un messaggio “IT, chiama appena puoi”. Sembra tragico ma questo in realtà è un normale messaggio di Danny. Avrebbe potuto essere per qualsiasi cosa. Così l’ho chiamato mentre stavo ancora guidando e senza pensarci troppo. Lui sapeva che stavo tornando a casa così mi ha fatto qualche domanda. Sicuramente io gli ho chiesto come stava, forse come stava la famiglia. Sapete, le normali telefonate.
Poi all’improvviso, quella piccola pausa nella conversazione. E quello è stato il momento in cui mi ha detto: “Ti ho appena scambiato”
Semplice. Niente paroloni o discorsi inutili, penso che quando sia per queste cose non ci sia molto da aggiungere.
“Dove?" E’ stata l’unica cosa che sono riuscito a dire. “Ai Cavaliers, per Kyrie (Irving).”
Ed è come quando tu sei al telefono, qualcuno dice qualcosa e poi all’improvviso l’unica cosa che riesci a pensare è “Non voglio più stare al telefono”. Non in una maniera scortese, ma semplicemente non vuoi parlare con nessuno.
Ecco come mi sono sentito in quel momento.
Danny ha iniziato a dire tutto quello che avevo fatto per Boston e per i Celtics, dentro e fuori dal campo. Che giocatore fantastico sono, come sarò grande a Cleveland e cose così. E io non volevo sentire niente di tutto questo.
Ero pronto a chiudere la chiamata un paio di volte, e poi l’ho fatto. Era come se “Sì ok, mi fa piacere che mi hai chiamato e me l’hai detto ma in realtà non c’è niente che io e tu dobbiamo dire adesso”
Questo era il concetto. Questa è stata la telefonata.

C’erano tante cose che mi passavano per la testa in quel momento, ma dovevo fermare tutto, in quel momento. La prima cosa che ho fatto è stata pensare cosa avrebbe significato per la mia famiglia. Ho pensato ai miei due figli"

#isaiahthomas #bostonceltics #clevelandcavs #basketball
Read more
Tra questi muri io ho letto certi libri incredibili, che quando li ho finiti ho pensato che fino a ...
Media Removed
Tra questi muri io ho letto certi libri incredibili, che quando li ho finiti ho pensato che fino a quel momento non avevo combinato niente di buono, e questo mi sembra già abbastanza, per dare un senso ad un luogo. Poi c'è un'altra serie di cose che son successe qui dentro, che ogni volta, quando ... Tra questi muri io ho letto certi libri incredibili, che quando li ho finiti ho pensato che fino a quel momento non avevo combinato niente di buono, e questo mi sembra già abbastanza, per dare un senso ad un luogo. Poi c'è un'altra serie di cose che son successe qui dentro, che ogni volta, quando ci penso, mi viene in mente la frase che dicono tutti: Se questi muri potessero parlare; poi calmo il mio entusiasmo e penso che anche potendo parlare, non avrebbero un cazzo da dire, tanto non è che faccia poi 'sta vita da Steve McQueen.
Ad ogni modo, sono quattro muri e un soffitto che messi tutti e cinque insieme si portano dentro un gran senso, per me.
Stacco le chiavi dal mazzo e le appoggio sul tavolo della cucina.
Esco di casa cercando di mandare giù questo sanpietrino che mi si è incastrato in gola, la porta fa il suo solito clac: e io che mi aspettavo un clac diverso, stavolta, chissà perché. In strada c'è Anna che urla dal giardino: Siete delle merde, dice.
Io vado verso la macchina, carica di cose sparse.
Tra due minuti il parcheggio scade.
Read more
2° CAPITOLO Era arrivato il tempo di partire.. Ero in macchina con le solite cuffiette nell'orecchio ...
Media Removed
2° CAPITOLO Era arrivato il tempo di partire.. Ero in macchina con le solite cuffiette nell'orecchio ascoltando Justin Bieber.. Non mi accorsi che giá eravamo arrivati.. Ero arrabbiata e fuori di me e appena arrivati a casa posai le mie cose in camera e andai a fare un giro per visitare la ... 2° CAPITOLO
Era arrivato il tempo di partire.. Ero in macchina con le solite cuffiette nell'orecchio ascoltando Justin Bieber..
Non mi accorsi che giá eravamo arrivati.. Ero arrabbiata e fuori di me e appena arrivati a casa posai le mie cose in camera e andai a fare un giro per visitare la città...
Trovai una scuola di musica, io adoro la musica entrai e vidi molte persone tra cui anche vari ragazzi molto belli..
Vedo improvvisamente due ragazze che mi si avvicinano..
Francesca: ciao, tu dovresti essere Martina..
Io: ci conosciamo?
Camilla: sapevamo che dovevi venire qui a madrid..conosciamo tuo padre.. Io: cazzo me ne frega di quel cretino non se ne fotte proprio della mia vita.. E voi chi siete..
Francesca: io sono Francesca e lei è Camilla... Potresti fare la prova di ingresso per stare con noi...
Io: non mi prenderanno mai..vado via arrabbiata e senza nemmeno salutare.
*mentre sto per uscire sento una voce che mi chiama.. Mi giro e vedo un bellissimo ragazzo che si avvicina a me e...*
Spero vi sia piaciuto fatemelo sapere e a 15 like prossimo capitolo....😍❤
#selfie #nofilter @TagsForLikes #TagsForLikes #webstagram #follow4follow #iphoneonly #instago #pretty #l4l #my #style #family #instacool #life #hair #instafollow #likeforlike #eyes #christmas #20likes #funny #colorful #sun #bored #look #lol #tweegram #all_shots #nice #cool
Read more
Auguri alla mia mamma che mi ha insegnato il rispetto, l'educazione e quando usare la testa. Auguri ...
Media Removed
Auguri alla mia mamma che mi ha insegnato il rispetto, l'educazione e quando usare la testa. Auguri a lei che mi ha messo il mondo e che mi ama da morire. Auguri a lei che senza le sue preoccupazioni non so come farei. Auguri a lei che vuole sapere tutto quello che mi succede. Auguri a lei che quando ... Auguri alla mia mamma che mi ha insegnato il rispetto, l'educazione e quando usare la testa. Auguri a lei che mi ha messo il mondo e che mi ama da morire. Auguri a lei che senza le sue preoccupazioni non so come farei. Auguri a lei che vuole sapere tutto quello che mi succede. Auguri a lei che quando si arrabbia lo fa per il mio bene (anche se molte volte sbaglia). Auguri a lei che quando va a fare compere mi compre sempre qualcosa per farmi felice. Auguri a lei che non mi fa mai mancare nulla. Auguri a lei che mi sopporta quando urlo per la casa o quando faccio la scema e la prendo in giro. Auguri a lei che mi chiede sempre dei consigli quando deve uscire o quando la devo aiutare con il cellulare. Auguri a lei che oltre a essere mia mamma è mia amica. Auguri a lei che canta con me le canzoni in macchina a squarciagola. Auguri a lei che mi dà consigli, sempre. Auguri alla mia mamma che è un grand donna e che mi ama.
Sei la mia vita mamma!!!💗🍼
Read more
<span class="emoji emoji1f6a2"></span> Our #Mykonos apartment<span class="emoji emoji1f30a"></span>Scegliere un alloggio a Mykonos per 5 persone non è stato semplice. Anche ...
Media Removed
Our #Mykonos apartmentScegliere un alloggio a Mykonos per 5 persone non è stato semplice. Anche se ci siamo mossi per tempo, molti appartamenti non erano più disponibili e gli unici rimasti erano davvero carissimi, vista l’altissima stagione. Dopo tante ricerche e discussioni, la ... 🚢 Our #Mykonos apartment🌊Scegliere un alloggio a Mykonos per 5 persone non è stato semplice. Anche se ci siamo mossi per tempo, molti appartamenti non erano più disponibili e gli unici rimasti erano davvero carissimi, vista l’altissima stagione. Dopo tante ricerche e discussioni, la nostra scelta è ricaduta su un bilocale composto da una matrimoniale con bagnetto, una doppia, un bagno grande, una cucina, un ampio salone con affaccio su una veranda con vista sul porto nuovo di Mykonos. L’appartamento ci ha convinto subito e anche il prezzo. Così abbiamo prenotato e pagato su Airbnb dividendoci le quote (servizio perfetto per chi non vuole pagare tutto con una sola carta di credito). L’appartamentino si trovava a 15 minuti a piedi dal centro di Mykonos, precisamente a Tourlos, nella zona del porto nuovo da dove partono ogni giorno alcuni traghetti per le isole vicine. Proprio sotto casa nostra c’era una spiaggia minuscola bagnata da un mare turchese e cristallino. E a un paio di minuti da casa un mini market ben fornito: si poteva trovare tutto tranne – ahimè – le cialde del caffè compatibili con la macchina nespresso che era in cucina. Per muoversi serviva l’auto, soprattutto la notte e non tanto per le distanze – tranquillamente percorribili a piedi – ma perché era pericoloso camminare a bordo strada (stretta, trafficata e senza marciapiedi). Nel giardino sotto casa nostra c’erano tanti gatti che spesso ci venivano a trovare (per la mia gioia 😍) per farsi coccolare e per mangiare qualcosina, ma non solo... Razzolavano infatti un paio di galline con pulcini a seguito, nati proprio sotto i nostri occhi durante una covata mattutina. L’appartamento non aveva l’aria condizionata – cosa che mi preoccupava alquanto dato che soffro il caldo – ma aprendo le finestre l’aria circolava e si stava davvero bene. Non abbiamo conosciuto il padrone di questa casa – che come avete capito mi è piaciuta tantissimo – ma siamo stati accolti con calore da Alkis dell’agenzia @pinhouse.gr che ne gestisce l’affitto. Sempre presente e attento a ogni nostra richiesta, questo post non è pubblicità ma un semplice ringraziamento ad Alkis e un’ode a questa casetta!💙
Read more
<span class="emoji emoji1f538"></span>Sono in Erasmus da tre mesi e mezzo e ho affrontato varie crisi, quella per il freddo, quella per ...
Media Removed
Sono in Erasmus da tre mesi e mezzo e ho affrontato varie crisi, quella per il freddo, quella per le persone più fredde del clima, quella per il cibo, quella per la mancanza di casa ma mai nessuna supererà la crisi università. Non mi aspettavo sarebbe stato così difficile seguire i corsi in ... 🔸Sono in Erasmus da tre mesi e mezzo e ho affrontato varie crisi, quella per il freddo, quella per le persone più fredde del clima, quella per il cibo, quella per la mancanza di casa ma mai nessuna supererà la crisi università. Non mi aspettavo sarebbe stato così difficile seguire i corsi in lituano o abituarsi ad un modo di insegnare e di rapportarsi al mio corso di studi che è completamente opposto al mio e invece non è stato per niente semplice. Sono arrivata qui e alla prima lezione mi hanno chiesto di realizzare un capo con 3 varianti per la settimana dopo e io non sapevo nemmeno infilare il cotone nell'ago, ad oggi, dopo 3 mesi e mezzo, dopo aver pianto sulla macchina per cucire e dopo aver jastemmato tutti i vivi e i morti per il sangue buttato, ho realizzato una collezione (e non solo) completamente da sola. I disegni, i cartamodelli, la parte sartoriale e alla fine li ho indossati. È stato un percorso tosto e tutto in salita. Mi sono trovata catapultata in un mondo che non sentivo mio, a cui credevo di non appartenere, mi sono buttata giù tante volte e mi sono fatta forza altrettante, da sola, senza avere nessuno accanto, troppo lontana da chi di solito mi risolleva il cuore, ma alla fine ho raggiunto l'obiettivo. Magari non sarò ai livelli degli studenti con i quali ho lavorato in questi mesi ma sono soddisfatta di aver portato a termine qualcosa che prima di partire non ero in grado di fare e soprattutto, in fin dei conti, sono contenta che sia andata così. Più è difficile, più ti cambia, più ti cambia, più cresci.

#fashiondesignstudent🎓👕 #collection💥 #madebyme✂📐 #theend⏳ #Erasmus🌍
Read more
Amo viaggiare, ma anche meglio girare e basta. Mi piace soprattutto guidare, o solo stare in auto ...
Media Removed
Amo viaggiare, ma anche meglio girare e basta. Mi piace soprattutto guidare, o solo stare in auto (ovviamente davanti) (e ovviamente viaggiando). È così intima eppure così in vista, una dei miei migliori amici e uno dei miei migliori vizi. Quando sono sola in auto e guido, in autostrada ... Amo viaggiare, ma anche meglio girare e basta.
Mi piace soprattutto guidare, o solo stare in auto (ovviamente davanti) (e ovviamente viaggiando).
È così intima eppure così in vista, una dei miei migliori amici e uno dei miei migliori vizi.
Quando sono sola in auto e guido, in autostrada o in campagna, preferibilmente con i Fleetwood ma anche il caos del vento e delle altre vetture è piacevole all’ascolto, sento come se fossi seduta e scalza al centro di un infinito prato verdissimo.
Perché non sono sola come posso essere sola in casa, sola tra la folla, sola su un altro mezzo di trasporto.
Il viaggio che faccio nella mia macchina è un viaggio (reale) che faccio con i miei pensieri più intimi e malati.
Scelgono sempre questo momento per venir fuori tutti insieme e li ringrazio per questo, perché forse altrove non saprei gestirli.
Ci rinficchiamo nella macchina e siamo troppi, non ci stiamo, allora apro i finestrini e tutti i pensieri prendono respiro per poter dire la loro e farsi sentire da me.
E io li ascolto.
E gli rispondo se mi va, perché sono nella mia macchina e io sto guidando, io decido.
Vorrei essere nella mia vita come sono nella mia macchina.
Un giorno lo sarò
Read more
Chiara: papi torni vero? Briga: te lo prometto Scesi e andai in macchina da Emma. Quando arrivammo ...
Media Removed
Chiara: papi torni vero? Briga: te lo prometto Scesi e andai in macchina da Emma. Quando arrivammo a casa ci preparammo. Entrai in bagno per mettermi il profumo mentre Emma era solo in asciugamano, ma era già truccata. Briga: sei pronta? Dissi guardandola Emma: mi devo solo vestire ... Chiara: papi torni vero?
Briga: te lo prometto
Scesi e andai in macchina da Emma. Quando arrivammo a casa ci preparammo. Entrai in bagno per mettermi il profumo mentre Emma era solo in asciugamano, ma era già truccata.
Briga: sei pronta?
Dissi guardandola
Emma: mi devo solo vestire
Mi avvicinai a lei e poggiai le mie labbra sul suo collo per poi lasciargli un dolce bacio, si scrollò i brividi che aveva addosso e quando si girò potevo osservare il suo sguardo da vicino e non attraverso lo specchio.
Briga: mi piaci da morire
Sorrise immediatamente e si allontanò quando io mi avvicinai di nuovo al suo collo.
Emma: io vado
Disse ridendo. La presi per il braccio la girai verso di me e la presi e la feci sedere sul lavandino, la mia mano incominciò a salire sulla sua gamba mancava poco, ma Emma scese e andò in camera da letto ridendo. Sospirai, mi sistemai i capelli e quando misi il mio profumo uscì e vidi Emma con un vestito scollato davanti e corto.
Briga: stai attaccata a me e non ti scolli
Dissi facendo un finto sorriso e spingendola a me
Emma: andiamo
Disse ridendo.
Arrivammo dove c erano tutti i ragazzi, li salutammo e quando finimmo di mangiare andammo in discoteca.
Cristian:fratè vieni
Disse portandomi in pista.
Io e Emma ritornammo a casa alle quattro completamente ubriachi.
Briga: stai attenta
Dissi prendendola dal braccio, ma il mio e il suo equilibrio che non c' era ci fece cadere. Emma si rialzò e si tolse il vestito per poi spogliarsi davanti a me, era nuda e mi prese. Mi portò nella stanza legandomi le mani e incominciò a stuzzicarmi, non ce la feci più riuscì a liberarmi mi misi sopra di lei e incominciai a farlo. L indomani mattina c era la stanza e il salotto sottosopra.
Briga: Emma
Dissi alzandomi e mettendomi boxer. La sentì vomitare e corsi da lei in bagno.
Emma: vodka ti odio.
Continuo...
Read more
Loading...
Load More
Loading...